LAMAZUNA, e l'igiene orale zero-sprechi e zero-spazzatura


A partire dal mese di settembre, l'igiene dentale zéro-déchet firmata Lamazuna è ancora più conveniente. Infatti lo spazzolino da denti, da 7,30 euro al pezzo è già in vendita online a 5,90 euro, così come le ricariche (da 3 pezzi) passate da 9,90 euro agli attuali 7,90 euro.
Uno sconto di quasi il 20% reso possibile anche grazie alla risposta positiva del mercato che ha permesso a Lamazuna, nel giro di pochi anni, di completare l'acquisto dello stampo sviluppato per il modello ergonomico dello spazzolino, composto al 70% di materiale derivato da olio di ricino e per il restante 30% di plastica riciclabile.
Anche le testine degli spazzolini hanno riscosso, di conseguenza, un buon successo di pubblico, arrivando a garantire ordini di quantità sufficienti per permettere ai fornitori di ottimizzare i costi di produzione. La politica aziendale di recupero delle testine e dei manici degli spazzolini usati, da subito messa in piedi da Lamazuna in Francia, adesso si è allargata al resto del mondo, compresa l'Italia. Anche questa ulteriore miglioria, ha consentito di stabilizzare il costo del circuito del loro recupero dopo l'uso.

Come in un ambulatorio medico o dentale, Lamazuna si è procurata una 'scatola di rifiuti' TerraCycle* per garantire che i manici degli spazzolini da denti, le loro testine usate e le salviette struccanti riutilizzabili arrivino a fine vita senza finire nella spazzatura, e poter essere tutte recuperate per essere riciclate. In Italia come all'estero, infatti, certi oggetti in plastica di piccole dimensioni - come appunto le testine o le salviette in microfibra Lamazuna - proprio a causa delle piccole dimensione, vengono escluse dal circuito del riciclo e destinate semplicemente all'inceneritore; pratica che libera fumi tossici come la diossina, molto pericolosi per la salute dell'uomo, dell'ambiente e degli animali.

Oltre a creare una enorme quantità di materiale tossico che dovrà essere in un secondo momento stoccato nelle discariche.

Ma vediamo all'atto pratico come funziona. Sul sito ufficiale Lamazuna, a questa pagina https://www.lamazuna.com/it/content/25-riciclaggio , è possibile scaricare un'etichetta pre-affrancata da stampare e incollare su una busta che consente di inviare gratuitamente i prodotti usati a Lamazuna. Lamazuna, da parte sua, raccoglierà tutto questo materiale usato e, una volta che la 'scatola' sarà piena, la invierà a TerraCycle perché possano reintrodurre quel materiale nel circuito produttivo e dargli così una 'seconda vita', ma non ultima.
Le testine saranno smembrate: il nylon delle setole è separato dalla base in plastica e verrà destinato alla produzione di materiali isolanti per applicazioni elettriche. Per quanto riguarda la plastica dei manici, questa verrà schiacciata e lavata. Quindi i piccoli pezzi così ricavati, verranno agglomerati con materie plastiche dello stesso tipo e le miscele così ricavate, estruse in piccole palline di plastica, reintegrate nel mercato delle materie prime secondarie o vendute direttamente ai produttori di oggetti in plastica come mobili per esterni (tavoli, panche, ecc…ecc…).

*TerraCycle è una società specializzata nel riciclo dei cosiddetti rifiuti "non riciclabili". Fondata nel 2001 negli Stati Uniti da Tom Szaky e Jon Beyer, la sede dell'azienda si trova a Trenton, nel New Jersey. TerraCycle non opera in Italia, per questo motivo è la stessa Lamazuna che si è preoccupata di recuperare tutti gli oggetti usati non compostabili di sua produzione e di avviarli al riciclo certo attraverso questa società americana.

Gli spazzolini e le testine sono in vendita sull'e-commerce www.lamazuna.com e nei negozi fisici qui raccolti: https://drive.google.com/open?id=1tA9qqYXs8B28eGfMvdcC2PDNFscSXEZ1&usp=sharing

*Per maggior informazioni su TerraCycle, consultare il sito ufficiale:





Lamazuna nasce in Francia 9 anni fa e a fronte del suo enorme successo in patria, comincia ad attraversare le frontiere. Attraverso l'e-commerce, un atelier di proprietà nel centro di Parigi e spazi fisici dove è possibile trovare i suoi prodotti, il brand è disponibile in 25 Paesi tra cui Canada, Svizzera, Germania, Portogallo, Spagna, Russia ed Emirati Arabi, compresa l'Italia.
L'impegno Lamazuna per preservare l'ambiente, inoltre, va oltre quello della produzione di linee per la toilette zero-waste. Il marchio francese ha infatti aderito al progetto internazionale di conservazione delle foreste "Pur Projet", di Tristan Lecompte, selezionando la zona dell'Alto Huayabamba in Amazzonia: il 2% delle vendite online Lamazuna alimenterà la cooperativa di agricoltori locali ACOPAGRO che riceveranno alberi da immettere nella zona secondo il sistema agroforestale. A partire dal giorno di primavera del 2013, Lamazuna ha già reso possibile la piantumazione di ben 4500 alberi. L'azienda francese rimane attiva nel sostenere iniziative e attività impegnate nella difesa dell'ambiente e nel sociale: ogni mese devolve 500 ad una associazione individuata da un suo collaboratore, e di recente ha cominciato a sostenere Surfrider Foundation Europe, organizzazione no-profit nata da un gruppo di surfisti in la difesa degli oceani e delle spiagge. L'ultimo eco-bilancio aziendale ha rivelato che, dalla sua fondazione nel 2010 al mese di dicembre 2018, grazie all'acquisto dei prodotti zero-waste Lamazuna, 21.000.000 di rifiuti non sono stati dispersi nell'ambiente. A partire dal mese di luglio del 2018, Lamazuna e i suoi 11 dipendenti si sono trasferiti nel dipartimento de La Drôme, una zona rurale a sud-est della Francia. Altri collaboratori si sono aggiunti nella nuova sede che risponde meglio ai valori fondanti del marchio; rimanendo vicini ai proprio clienti, fornitori e distributori. Altre branchie di attività, ricerca e sviluppo si sono direzionate verso l'abbigliamento, con l'apertura del portale e e-commerce Kabanes che aiuta i marchi etici e sostenibili di abbigliamento e accessori a raggiungere acquirenti consapevoli. Lamazuna ha dimostrato di anno in anno di crescere ininterrottamente, passando dai 16 dipendenti del 2018, ai 30 attuali impiegati, mentre il fatturato nell'ultimo anno è raddoppiato. Prova che il business rispettoso dei lavoratori e attento all'ambiente è vincente anche dal punto di vista del giro di affari.
Sito ufficiale: www.lamazuna.com

The Lunch Girls

The Lunch Girls, il blog. Segui i consigli delle ragazze e scegli dove andare a mangiare. The best restaurant on Italy.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram