Intervista a Paolo Mainero, pasticcere


Oggi incontriamo per voi Paolo Mainero, un giovane pasticcere romano.
Questa è una delle sue ultime torte. Non vi fa venire l'acquolina in bocca?
Scopritene di più attraverso questa intervista.


Benvenuto Paolo tra le Lunch Girls. Sei il primo pasticcere che ospitiamo. Come nasce la tua passione per la cucina ed in particolar modo per la branchia della pasticceria?Buongiorno Sara e buongiorno a tutte le Lunch Girls. Per prima cosa volevo ringraziarti dell'invito, mi fa molto piacere rispondere alle tue domande.

La passione per la cucina ed in particolar modo per i dolci è sempre stata dentro di me, ma solo ultimamente ho avuto la forza di intraprendere questa strada.

Ho frequentato un corso di pasticceria riconosciuto dalla regione Lazio e sono diventato pasticcere.

Sono sempre stato molto goloso ma anche molto curioso sulla preparazione dei dolci. Ricordo che quando mia mamma preparava un ciambellone, una torta o dei biscotti io ero sempre lì in prima linea a darle una mano ed a chiederle il perché usasse un ingrediente anziché un altro.

Qual è il tuo dolce preferito? Quello che più ti piace confezionare.
Essendo un amante della cioccolata, i dolci che in assoluto preferisco non possono che essere due: il tiramisù e la torta Sacher.

Provo moltissima soddisfazione nel preparare proprio la Sacher, un dolce unico che unisce la dolcezza della marmellata di albicocche al gusto forte del cioccolato fondente.

L'arte pasticcera è davvero così complicata come sembra?
L'apparenza inganna. Come in tutti i lavori serve moltissima passione e grandissima applicazione e dedizione.

La prima volta può risultare complicato ma ripetendo all'infinito le stesse azioni tutto diventerà più semplice e divertente.

Ricordo la prima volta che presi in mano una sac-à-poche ero alquanto incapace e combinai un disastro soprattutto nella preparazione dei bignè.

Quali studi hai affrontato per divenire pasticcere? Cosa consiglieresti a coloro che intendono seguire la tua stessa strada?Come ti dicevo circa due anni fa ho preso la decisione di seguire il mio cuore e di frequentare un corso di pasticceria riconosciuto dalla regione Lazio che mi offrisse la possibilità, una volta terminato il corso, di svolgere degli stage e di trovare lavoro in un laboratorio.

A chi come me vuole intraprendere la mia stessa strada consiglio di iniziare da giovanissimo, di scegliere sin dalle superiori la scuola alberghiera che ti introduce già nel mondo della cucina e in seguito di seguire un qualsiasi corso di pasticceria che sia però riconosciuto dalla regione altrimenti il diploma è solo un foglio di carta senza valore. 

Indicaci un dolce tipico della tua terra e reinventalo con una tua ricetta o idea innovativa.
Uno dei dolci tipici della mia regione è legato a una festa molto importante ovvero la Festa del Papà.

Sto parlando dei famosissimi bignè di San Giuseppe.

Sono un inguaribile romantico e di conseguenza non amo stravolgere le ricette classiche, preferisco semplicemente interpretarle al meglio.

L'unica "rivoluzione" che mi sentirei di fare è quella di farcire i bignè con della crema pasticcera al cioccolato o al pistacchio al posto della classica crema pasticcera.

Noi Lunch Girls siamo golosissime. Quale dolce ci dedicheresti?
Vi dedicherei una Torta "Giardino di Fragole" del famoso Luca Montersino.

E' una torta estiva che va gustata fredda. E' composta da diversi strati: si inizia con uno strato di Pan di Spagna bagnato al limoncello, segue uno strato di mousse alle fragole, di nuovo due strati alternati di Pan di Spagna e mousse ed infine una gelèe di yogurt intero con all'interno fragole a pezzi. Il tutto ricoperto da una gelatina neutra e guarnito con granella di pistacchio e fragole.
Cosa stai preparando in questo periodo?
Febbraio è stato un mese pieno di feste, con San Valentino e Carnevale le idee di sicuro non mancano.

Mi sono dedicato alla preparazione di torte e biscotti a forma di cuore per la festa degli innamorati mentre per il Carnevale ho preparato una montagna di frappe e castagnole sia fritte che al forno.

Si avvicina Pasqua: qual è il dolce che preparai e consiglierai in questa occasione?
Il dolce che sicuramente preparerò per Pasqua è una classica pastiera napoletana: con il classico non si sbaglia mai.

Dove possiamo degustare le tue dolcezze?
Purtroppo sono alla ricerca di un lavoro.

Ho avuto la possibilità di fare un paio di stage in due pasticcerie diverse ma in questo momento storico nel nostro Paese non ti assume nessuno. Di conseguenza preparo dolci su commissione per amici e parenti.

Quali sono i tuoi progetti futuri? O quelli che stai per mettere in atto?
Al momento ho deciso di mettere a disposizione di tutti le mie conoscenze con un sito internet dedicato interamente alla pasticceria e lo trovatee a questo indirizzo: www.dolcepasticceria.it.

Per il futuro spero di trovare un piccolo laboratorio e di mettermi in proprio.

SDC

6 commenti:

  1. I pasticceri sono dei veri artisti! C' è molta creatività in quello che fanno, ma anche conoscenza della chimica. Le foto mi hanno fatto venire l' acquolina in bocca!
    http://smillamakeup.jimdo.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna,
      eh si... c'è qualcosa di magico nelle loro creazioni :)

      Elimina
  2. Ogni volta ci ricasco....dovrei impedirmi di leggere questo blog intorno alle 12, perchè sennò va a finire che mi faccio la seconda colazione e il pre-pranzo!!!
    Sara avrai sulla coscienza almeno 2-3 kg, sappilo!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Meggy,
      solo 2/3 kg? :D
      Dai, almeno ti diamo uno spunto su cosa e dove mangiare :D

      Elimina
  3. E' stupenda!

    http://stylestarmjonas.blogspot.it/

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram