Aperitivo da Guerrini

"Da cosa nasce cosa", diceva il detto.

Ed è un po' quello che accade nella rete. Da interessi ed attività comuni, che talvolta ci sono suggeriti proprio da quegli algoritmi che sembrano essere tanto freddi, eppur si rivelano essere dei perfetti incrociatori che ti permettono di essere in contatto con persone affini al tuo essere.

Ed è così che incontro un giovane editore, orgoglioso della sua testata e del suo lavoro, che però si mette in gioco ancora per poter fare qualcosa di grande, insieme ad altri giovani ragazzi che hanno capito che nulla cade dal cielo, ma che occorre unire le forze e crearsi quel che non c'è o non si ha.

Come il lavoro ad esempio.

Se è vero che questa crisi ha tagliato via numerosi posti di lavoro, è anche vero che durante la crisi, chi sa far funzionare il proprio cervello, trova sempre delle nuove opportunità per ricreare dal nulla qualcosa di nuovo.

Certo, è anche vero che in un paese come l'Italia, talvolta il tutto risulta più complicato: vuoi per la burocrazia infinita, vuoi perchè alla fine devi anche saper fare i conti i tasca, ma in sostanza la creatività non ha mai abbandonato il nostro popolo. Sono convinta del fatto che cultura e creatività sono elementi chiave per risollevare la nostra economia. E chissà se ci arriveranno anche coloro che governano questo Paese.

Ad ogni modo, il nostro incontro avviene in una antica enoteca, già nota per il suo nome, ma non avevo ancora avuto modo di provare.

Guerrini è una enoteca bistrot che si trova in viale Regina Margherita dal 1958, e come si evince anche dalla storia del locale all'interno del sito, è lo stesso anno in cui la canzone “Volare” fa sognare gli italiani e la lancia la nostra nazione verso quel miracoloso periodo economico del boom.

Un caso forse? Ho smesso di credere al caso quest'anno, per motivi di cui certamente avrete letto qui sul blog.

Da Guerrini si possono degustare numerosi vini, grazie alla sua cantina ben rifornita, ma la nuova filosofia dell'enoteca è quella di soddifare i gusti della clientela e di accontentare anche coloro che invece prediliggono la birra artigianale, oppure coloro che come me, puntano sempre sugli analcolici.



Il tutto accompagnato da sfiziosi manicaretti.


Polpettine di verdure, accompagnati da "shottini" di pasta con pomodorini ed olive nere. Davvero deliziosi.

Il locale è molto raffinato, presenta alcuni tavoli all'interno, ma anche all'esterno della struttura. All'interno vi sono dei pezzi storici che testimoniano la tradizione e la continuità del locale, come il bancone e il pozzetto in marmo con fontanella d’epoca.

Il rapporto qualità/prezzo è adeguato, sia al servizio che alla qualità del cibo e delle bevande. Da veri intenditori, saprete sicuramente deliziarvi con un buon calice di vino, ma se non lo siete, potete sempre chiedere un consiglio ai gentilissimi camerieri.

Davvero un bel posto, sia per un aperitivo e sia per una pausa dal lavoro, ma anche per discutere di lavoro e di progetti, così come abbiamo fatto noi.

Chissà quali progetti potranno svilupparsi e prendere il volo in questi nostri tempi così difficili.

Niente è impossibile, se lo vogliamo veramente. Il sudore e la fatica, con un pizzico di fortuna -che non guasta mai- ci aiuteranno anche a districarci da questa fastidiosissima crisi.

Qual è la vostra ricetta anti-crisi?

GUERRINI - V.le Regina Margerita 201/203 00198 ROMA

SDC

3 commenti:

  1. Un in bocca al lupo a te e a tutti quelli che hanno un sogno nel cassetto da realizzare. Sono convinta che la perseveranza e la costanza,alla fine vengano sempre premiate.

    RispondiElimina
  2. complimenti!! in bocca al lupo

    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/outlet-per-bambini-quore-mafrat/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
  3. non ci sono mai stata! Grazie cara per darci sempre spunti carini!
    Buon weekend!

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram