Studio: ITALIANI, STRESS DA RIENTRO

PER 7 ITALIANI SU 10 SONO LE COCCOLE LA SOLUZIONE PER SUPERARE LO STRESS DA RIENTRO


Sono piu’ di 15 milioni gli italiani che, una volta rientrati dalle tanto agognate vacanze estive, si rifugiano nei gesti di tenerezza per migliorare il proprio stato d’animo e stare meglio. Chi ricerca piu’ coccole? A sorpresa gli uomini battono le donne

Riposo e spensieratezza, protagonisti delle vacanze estive, stanno per abbandonare oltre 15 milioni di italiani, che si troveranno ad affrontare il tanto temuto ‘stress da rientro’, definito dagli esperti ‘post vacation blues’. Quasi 7 italiani su 10 (68%) sentono il bisogno di avere momenti di tenerezza e ricevere coccole per sentirsi meglio e rendere meno traumatico il passaggio dal relax alla quotidianita’ frenetica. E carezze (64%), abbracci (57%) e baci (54%) rappresentano degli autentici toccasana. Chi e’ a ricercare piu’ coccole? A sorpresa gli uomini (58%) si dimostrano piu’ desiderosi rispetto alle donne (42%). Perché fanno bene? Aiutano a ritrovare equilibrio (51%) e tengono vivi i ricordi dei bei momenti trascorsi durante le vacanze estive (45%).

E’ quanto emerge da uno studio di Antica Gelateria del Corso, realizzato attraverso un monitoraggio online mediante metodologia WOA (Web Opinion Analysis) sui principali social network – Facebook, Twitter, YouTube – blog e community interattive, coinvolgendo circa 1200 utenti tra i 25 e i 55 anni al fine di ricostruire quali sono i bisogni degli italiani oggi.

Quali sono i rimedi piu’ efficaci per superare il ‘post vacation blues’? Se la necessita’ di ricevere gesti di tenerezza (68%) e’ il primo modo per allontanare la tristezza del ‘post-vacanze’, seguono subito dopo il programmare un nuovo viaggio (57%) e il bisogno di ritrovare amici e parenti lasciati a casa (44%). Quali sono i gesti che ci fanno sentire piu’ coccolati? Oltre 6 italiani su 10 (64%) preferiscono le carezze, seguiti da coloro che ricercano gli abbracci (57%) e i baci (54%). Non solo gesti d’affetto interpersonali. Quali altri tipi di “tenerezze” amano concedersi gli italiani? Mangiare un gelato che riporti con la mente all’estate, rappresenta una vera e propria coccola per 7 italiani su 10 (72%). Altri preferiscono trovare consolazione nel cioccolato (59%), altri ancora mangiare una pizza all’aperto (41%), mentre i meno golosi preferiscono allontanare lo stress riprendendo l’attivita’ fisica (38%).

“Le coccole alimentano una reazione neurobiologica nel nostro cervello che sostiene la gratificazione, l'accudimento reciproco e l'intimita’ – afferma lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano – E' nei momenti di cambiamento, di stress e ansia che va ricercato equilibrio e gratificazione: al rientro dalla pausa estiva si deve ripartire di slancio ma senza eccessiva tensione. Per farlo, trovare lo spazio per gratificarsi e non immergersi solo nel senso del dovere e' funzionale all'obiettivo di una ripresa armoniosa e di successo. In questi momenti una coccola semplice come un gelato o un momento solo per se stessi, ricavato in una giornata di impegni e corse, e' salutare e sintomatico di grande capacita’ di gestione delle proprie emozioni oltre che del proprio tempo.

Perché gli italiani avvertono questo bisogno di baci, abbracci e tenerezze? Per la maggioranza (68%) le coccole aiutano ad allentare le pressioni dovute alla ripresa dello stress lavorativo. Secondo altri aiutano a ritrovare equilibrio (51%) e tengono vivi i ricordi dei bei momenti trascorsi durante le vacanze estive (45%).

“La fase del rientro risulta talvolta insidiosa e la ripresa lavorativa, oltre che delle abitudini quotidiane, puo’ generare disagio. Alcuni studi suggeriscono che addirittura sia il 50% dei vacanzieri a soffrirne – spiega ancora l’esperto di ansia Michele Cucchi anche autore del libro ‘Vincere l’ansia con l’intelligenza emotiva’ – Per alcune persone la vacanza significa annullare l’inerzia dell’abitudine, quella che ci porta a fare tante cose in modo automatico, senza che siano veramente frutto di una scelta. Al rientro dalle vacanze possono sorgere spontanee domande come: ‘Ma perché faccio tutto questo? Che senso ha? Lo voglio veramente? Non esiste un modo alternativo per gestire queste cose?’. Quindi il problema e’ che si mettono in discussione quelle abitudini che non sono il consolidamento di comportamenti adattivi, come dovrebbero essere le abitudini appunto, ma il frutto di una vita forse troppo freneticamente all’inseguimento di aspettative e ritmi piu’ subiti che voluti”.

Chi ricerca maggiormente le coccole? Rispetto a cio’ che si puo’ piu’ comunemente pensare, gli uomini (58%) si dimostrano piu’ desiderosi rispetto alle donne (42%). Questo perché la ricerca delle coccole, peculiarita’ prettamente femminile, svanirebbe man mano che si va avanti con gli anni, gli uomini al contrario avrebbero bisogno di conferme continue e per questo tendono a dedicare piu’ spazio alle effusioni per gratificarsi.

In quale momento dell’anno si avverte maggiormente il bisogno di coccole? Per oltre 5 italiani su 10 (52%) e’ il periodo che coincide con il rientro dalle vacanze, quando si ritorna alla vita di tutti i giorni. Per altri corrisponde all’arrivo dei primi freddi autunnali (37%), periodo in cui il clima comincia ad essere ostile ed e’ usuale restare in casa, ma il momento in cui ci si coccola di piu’ rimane comunque l’estate (61%).

LE REGOLE PER COCCOLARSI

1- ASCOLTIAMO LA NOSTRA PANCIA: COCCOLIAMOCI
Il nostro cervello emotivo e’ una macchina portentosa ma non e’ tutto razionale, tutto pensato: a volte si tratta di sensazioni. Cosi’ dobbiamo imparare ad ascoltare la nostra pancia. Lei sa di che cosa abbiamo bisogno e a volte ci indica senza mezze misure di concederci una gratificazione.

2- IO, TU, NOI: IL SEGRETO DELL'ARMONIA E' NELLE COCCOLE
Troppo spesso ci dimentichiamo delle piccole cose: una carezza, un abbraccio, una mano passata a pettine nei capelli. Tutti hanno bisogno di coccole, di rinnovarsi nei piccoli gesti dell'accudimento, della passione, della tenerezza.

3- DOVE COME QUANDO: A CIASCUNO IL SUO MOMENTO
Ogni momento e’ quello giusto! Dovremmo imparare a liberare la mente ogni tanto e permetterci una gratificazione: ci sentiremmo meno sotto pressione, diluiremmo il carico di stress. Non indossiamo i panni della perfezione tutto il giorno!

4- RELAX, TAKE IT EASY!
Non prendiamoci sempre troppo sul serio: riscopriamo un po' di autoironia, rilassiamoci con qualcosa che ci riporti magari anche ad una dimensione piu’ fisica, piu’ infantile: un cioccolatino, una caramella, un gelato. Abbiamo lo spazio mentale per concederci di gustarli, riscopriamo il piacere di fare “oh!” come i bambini, saremo adulti piu’ equilibrati.

5- RISCOPRIAMO IL PIACERE DEL GENUINO A TAVOLA, MA SEMPRE CON MODERAZIONE
Ci sentiremo leggeri, ristorati ma carichi e frizzanti, avremo una sensazione di pienezza al palato ma di leggerezza in pancia. riscopriamo il piacere di mangiare assaporando le cose genuine, buone, ma senza fretta e soprattutto senza esagerare.

6- IL GIOCO COME STRADA PER IL BENESSERE
E’ fondamentale tornare a giocare per ritrovare quella dimensione del piacere da condividere divertendosi per il gusto di divertirsi, non di vincere, non di combattere una guerra. Ritroviamo il tempo della spensieratezza, il nostro cervello si rinnovera’ nella sua capacita’ ricettiva per stimoli nuovi e nuove strade nella soluzione di problemi.

7- L’EMPATIA PRENDE VITA DAI PICCOLI GESTI
Non priviamoci mai del piacere di coccolare le persone per noi importanti, ci aiutera’ a sentirci in sintonia con loro, ad essere empatici, a capirli, ad apprezzarli. Le persone nascondono un mondo interiore bellissimo, a volte coccolarle e’ la chiave per entrare in questo mondo.

8- CARPE DIEM
Il tempo scorre, ma sembra che non abbiamo tempo per vivercelo! Quando e’ l'ultima volta che vi siete fermati a gustarvi per davvero un buon caffe’, una buona pasta, un buon gelato? Vi siete concessi di vivere solo quella sensazione sprigionata dall'aroma e dai sapori o avete meccanicamente vuotato la tazzina? Fermiamoci e viviamo: la magia sara’ cosi’ in ogni momento.

9- UNA COCCOLA CHIAMATA VIAGGIO
Per molti viaggiare e’ una vera e propria passione e rappresenta il massimo del piacere. Per questo il rientro da una vacanza risulta essere traumatico per molte persone. Riuscire a programmare una ‘nuova evasione’, che sia anche una semplice gita fuori porta, aiuta ad allentare la tensione e a trasmettere serenita’.

10- USIAMO BENE IL NOSTRO CORPO: COCCOLARSI E' UN'ARTE TUTTA DA SCOPRIRE Non nasciamo gia’ informati su questa disciplina: saper ascoltare il nostro corpo, saperlo viziare veramente fino in fondo, portarci al limite con alcune sensazioni, scoprire nuovi modi di stare in armonia con noi stessi. Ascoltare sapori, odori, sentire le sensazioni esplodere dentro di noi: abbiamo tanto da imparare, non ci resta che sperimentare!

SDC

2 commenti:

  1. io per fortuna sono ancora in vacanza! baci da Maiorca!
    Nameless Fashion Blog

    RispondiElimina
  2. Alle volte le vacanze fanno più male che bene!
    Vieni a vedere il mio nuovo OUTFIT? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi! :)
    Un bacione,
    Eleonora
    www.it-girl.it
    It-Girl Facebook page

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram