Matteo Aloe, chef e patron di Berberè, a Identità Milano | 8 febbraio

Lo Chef Matteo Aloe ad Identità Milano, manifestazione giunta all'XI Edizione, curata ed ideata da Paolo Marchi di Identità Golose che quest'anno ha come tema "Una sana intelligenza".

Fra i vari protagonisti che vi si avvicenderanno, tra incontri e assaggi, vi sarà Matteo Aloe, per parlare di cucina sostenibile, sia per il pianeta che per la salute.

Lo chef Matteo Aloe di Berberè a Identità Milano
In occasione dell'XI edizione del Congresso italiano di cucina d'autore, domenica 8 febbraio in Sala Blu alle ore 16.15, per la sezione Identità Naturali, si svolgerà l'incontro/workshop con Matteo Aloe, chef e patron di Berberè
Identità Milano, Via Gattamelata GATE 14, Milano



Nell'XI edizione Identità Milano (8-10 febbraio), il primo congresso italiano di cucina d’autore curato e ideato da Paolo Marchi di Identità Golose che quest'anno ha scelto come tema "Una sana intelligenza", fra i protagonisti della sezione Identità Naturali, ciclo di incontri organizzati in Sala Blu domenica 8 febbraio con l'obiettivo di parlare di cucina sostenibile sia per la salute che per il pianeta, ci sarà alle ore 16.15 Matteo Aloe, chef e patron insieme al fratello Salvatore di Berberè, giovane società che, partendo dalla grande tradizione italiana per l’arte della pizza, rielabora il piatto pop nazionale in chiave creativa ma “gourmet-free”, valorizzandone l’artigianalità e l’eccellenza qualitativa.

All'interno di questa kermesse dinamica e ricca di fermenti che accoglie sul palco non solo i più grandi professionisti della cucina e della pasticceria (da Carlo Cracco a Massimo Bottura, da Massimiliano Alajmo a Davide Scabin, Nadia Santini e Heinz Beck) ma anche artigiani di grande esperienza, la sezione Identità Naturali, che si svolgerà domenica,  nasce dall’idea di unire sullo stesso palco per un’intera giornata chef che hanno visioni molto diverse del concetto di “naturale”, “salutare” o “sostenibile”,  ma le cui cucine fondano le proprie radici negli ingredienti più semplici e per certi versi “poveri", come legumi, cerali, ortaggi rielaborati per dare vita alle più interessanti avanguardie gastronomiche. Naturale inteso come innovazione, salute e rispetto per l’ambiente, temi che verranno affrontati nell’ormai prossimo Expo Milano 2015. 

L'appuntamento con Matteo Aloe dal titolo "Gestione di un'insegna naturale" è in programma per le ore 16.15. Il lavoro di Aloe è stato fin dal principio concentrato sulla ricerca di una cucina gustosa, ma anche sana ed ecologica, che ha portato alla creazione, insieme al fratello, di Berberè. Aloe racconterà com'è nato e come si è sviluppato il progetto, cosa significa fare cucina naturale, coniugando una corretta gestione imprenditoriale con scelte coraggiose, chiare e coerenti su artigianalità, stagionalità, biologico, riduzione dell’impiego di carne e pesce e centralità di ortaggi, cereali e legumi. Inoltre ci sarà spazio anche per la cucina con gli show cooking, in cui lo chef presenterà tre ricette: la pizza a lievitazione naturale, bandiera di Berberè, proposta con cavolo nero, prosciutto cotto di Mora Romagnola, senape e fiordilatte;  una formula di pausa pranzo o merenda take away a base di cereali, Shakeat! insalata di risi invernale, per dimostrare che fast non vuol dire trash; infine un dolce Patate e lamponi.
Nell'incontro verrà presentato anche un video racconto che in pochi minuti descrive lo spirito di Berberè e i suoi valori. Il video, realizzato da Seiperdue su concept di Comunicattive con la regia di Davide Labanti, ricrea l'atmosfera delle "favole" di Wes Anderson con l'obiettivo di rappresentare il cuore del progetto, fatto di artigianalità, stagionalità, sostenibilità ma anche di coerenza, accessibilità, bellezza e bontà, e di passione, quella che guida tutte le persone che lavorano per Berberè: grazie alla partecipazione diretta di Salvatore e Matteo Aloe, di Massimo Giuliana, lo Chef di pizza, dei giovani artigiani pizzaioli, delle ragazze e dei ragazzi della cucina e della sala, il video racconta in maniera ironica e leggera la “poetica” della pizza Berberè.

SDC

1 commento:

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram