SAN VALENTINO, PER L’ESPERTO IL WEEK END IN MONTAGNA AIUTA A RISCOPRIRSI INNAMORATI

SAN VALENTINO, PER L’ESPERTO IL WEEK END IN MONTAGNA AIUTA A RISCOPRIRSI INNAMORATI

Scenari magici, natura incontaminata e attivita’ da praticare insieme all’aperto. Secondo il 57% delle coppie italiane, la montagna rappresenta la meta perfetta festeggiare San Valentino e ricreare una magica intimita’. Anche secondo lo psichiatra Michele Cucchi l’ambiente naturale aiuta il benessere personale e di coppia.

Arriva il giorno piu’ atteso dagli innamorati e molte coppie sentono il bisogno di festeggiarlo dedicandosi del tempo per ritrovare l’armonia di coppia, rilassarsi e divertirsi insieme.

Scappare dalla quotidianita’ (43%), vivere una dimensione di coppia piu’ intima (36%), recuperare il dialogo tra partner (52%), fare esperienze insieme (23%). Per 6 coppie su 10 (57%) le cime innevate sono la destinazione perfetta per tornare a vivere appieno, tra attivita’ divertenti e relax, il rapporto di coppia, a volte messo in secondo piano durante la caotica vita quotidiana in citta’. Amata dai giovani innamorati e dai partner piu’ maturi, la montagna viene anche preferita perché permette di vivere immersi nella purezza della natura (57%), praticare innumerevoli attivita’ proposte tra sport e centri benessere (54%), rilassarsi e staccare la spina (44%). Amati sia dalle donne (66%) sia dagli uomini (70%), i soggiorni in montagna variano dal weekend (47%), alla classica ma piu’ costosa “settimana bianca” (35%).

E’ quanto emerge da uno studio di Levissima effettuato con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) – in occasione di San Valentino a supporto del docu-game “La Scalata.

Un viaggio nel cuore della purezza” online su www.lascalata.it – su circa 1000 coppie italiane di eta’ compresa tra i 18 e i 60 anni, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, per capire perché gli innamorati scelgono la montagna per festeggiare San Valentino o riservarsi pause romantiche.

“La montagna ha sempre una valenza salutare, sia per il benessere personale, sia per quello della coppia – spiega Michele Cucchi, psichiatra e direttore sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano –. Quando si va in montagna, infatti, si ha l’impressione di entrare all’interno di un ecosistema in cui la forza della natura e’ dominante, padrona.

Accade cosi’ che ciascuno tende ad integrarsi in questo ambiente, adottando uno stile piu’ eco-sostenibile e predisponendosi a cogliere la bellezza della natura circostante. Anche a livello fisico, l’aria di montagna, piu’ pura e fresca e con un ridotto tasso di umidita’, e’ come una vera e propria terapia per la salute dei piu’ piccoli, come degli adulti”.

Ma cosa rappresenta per le coppie la montagna? Oltre a un luogo di svago e divertimento, per la maggior parte di loro rappresenta un’opportunita’ per recuperare il rapporto amoroso. La montagna, infatti, serve a scappare dalla routine (43%), vivere una relazione di coppia piu’ intima (36%), recuperare il dialogo tra i partner (52%), fare esperienze insieme (23%).

E per vivere al meglio questo luogo e trovare risposte alle proprie necessita’, la maggioranza delle coppie (57%) si gode il piacere di vivere immersa nella purezza della natura incontaminata. C’e’ poi chi si dedica ad escursioni ed attivita’ sportive (37%) e a trattamenti benessere rilassanti (16%), ma non mancano quelli che si lasciano sedurre da piatti ed eccellenze tipiche (27%).

Qual e’ l’identikit delle coppie che scelgono di festeggiare San Valentino in montagna?

Le piu’ presenti nelle localita’ montane sono le coppie piu’ mature (69%), che spesso riescono a staccarsi piu’ facilmente dagli impegni familiari avendo figli ormai grandi. Anche i giovani (38%), pero’, stanno riscoprendo da qualche anno i divertimenti e l’atmosfera magica della montagna, capace di unire ancora di piu’ la coppia attraverso attivita’ rilassanti e tanto divertimento. Infine, molte giovani partner con figli piccoli (43%) scelgono di andare in alta quota con i bambini al seguito grazie ai sempre piu’ numerosi servizi pensati per le famiglie.

Ma cosa cercano essenzialmente coloro che decidono di partire per i monti il weekend di San Valentino? Al primo posto c’e’ la tranquillita’ (78%), necessaria per staccare finalmente la spina dai problemi e dalle commissioni da portare a termine nel quotidiano. A breve distanza c’e’ il divertimento (62%), obiettivo principale soprattutto delle coppie “under 30” e i tradizionali sapori genuini che si possono riscoprire in montagna (51%), specialita’ invece di quelle che hanno ormai festeggiato le nozze d’argento. Ricercati anche il riposo (40%) e le emozioni forti regalate dagli sport invernali (31%).

Quali benefici portano alla coppia le diverse attivita’ che si possono fare in montagna?

Lo psichiatra Michele Cucchi da’ alcuni suggerimenti.

1) Spa e centri termali.

Una difficolta’ che grava sul benessere della coppia e’ la quotidianita’, la frenesia con cui viviamo, quasi in apnea, le nostre attivita’, tra lavoro, responsabilita’ e spostamenti. Ci appare dunque difficile valorizzare ogni giorno i dettagli che rendono qualitativamente positivo lo stare insieme. Una vacanza rilassante ci permette invece di concentrarci su noi stessi e ritrovare tempo e spazio per i sentimenti e le attenzioni nei confronti del partner.

Ambienti come le spa o i centri termali, inoltre, riportano l'attenzione sulla nostra fisicita’, cosa che spesso purtroppo trascuriamo nel quotidiano: ci prendiamo cura di noi e dell’altro e diamo spazio al tempo della riflessione.

2) Sport e attivita’ sulla neve.

La fatica degli sport sulla neve, l'entusiasmo e l'adrenalina di attivita’ anche un po' pericolose e "spericolate" creano affiatamento nella coppia e una magica intesa.

Diventa dunque un gioco in cui si riaffermano i ruoli di Lui e di Lei, due entita’ ben distinte che in queste situazioni possono essere complementari e contare l’uno sull’altra.

3) Degustazioni di specialita’ enogastronomiche tradizionali.

In montagna, si sa, anche il gusto ci guadagna. Nei rifugi d’alta quota vengono proposti menu’ giornalieri che comprendono specialita’ locali e tradizionali, come polenta, pizzoccheri o spätzle, che ci ricordano il valore delle “cose buone” e del prendersi cura dell’altro.

Ognuno dei partner portera’ dentro di sé i ricordi della propria famiglia, le tradizioni dell’infanzia e il ritrovarsi a tavola puo’ essere un buon momento per condividere e suscitare la narrazione degli avvenimenti piu’ intimi. 

4) Gite e scalate in montagna.
La passeggiata in montagna e’ un’occasione in cui i due partner possono trovare momenti per parlare, confidarsi, confrontarsi su problemi quotidiani ma anche su temi piu’ importanti.

E possono riscoprire quel silenzio che non e’ “muro” o censura, ma piuttosto riflessione, contemplazione, ascolto.

SDC

1 commento:

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram