Expo Gate, il palinsesto degli eventi di Marzo.

Tornano gli appuntamenti all'interno di Expo Gate.

Nello spazio Garibaldi c'è aria d'artista, dove giovani talenti si alternano per quattro settimane, ispirandosi al bito. Si inizia dal 4 all’8 marzo con Thomas Braida, dal 9 al 15 marzo vi è la volta di Talitha Dittfeld, giovane fotografa, dal 16 al 22 marzo il protagonista è Benni Bosetto, mentre l’ultima settimana di marzo vi è Valerio Rocco Orlando.

Lo Spazio Sforza invece ospita da mercoledì 4 a venerdì 6 marzo, Emanuele Ferrari, musicologo e pianista milanese. Da lunedì 9 a venerdì 13 marzo si parla di arte contemporanea in cucina con Soup Opera progetto di Paola Buzzini.


Da lunedì 16 a giovedì 19 marzo Il Kino, associazione culturale con sede a Roma e a Berlino, porta in scena una versione ormai dimenticata delle vecchie sale cinematografiche con il progetto Soul Cinema.

Da lunedì 23 a venerdì 27 marzo, cibo e letteratura per i quattro appuntamenti de Il grado zero della cucina curati da Gianluigi Ricuperati, scrittore e direttore di Domus Academy, per Expo Gate.

Il calendario di eventi quotidiani, aperti a tutti e gratuiti, di Expo Gate è su www.expogatemilano.org


CULTURE FOOD

PALINSESTO MARZO 2015 EXPO GATE

Con l’avvicinarsi dell’inizio di Expo Milano 2015 il palinsesto artistico di marzo in Expo Gate viene interamente dedicato al cibo e ai suoi valori culturali e simbolici sondati attraverso i linguaggi della letteratura, del cinema, delle arti visive e della musica.

Nutrire il pianeta. Energia per la vita è il claim di Expo, l’evento globale più atteso del 2015, che vede protagonista il cibo a 360 gradi: non solo una fonte di sostentamento, ma anche nutrimento per l’anima.

In un Paese come l’Italia cibo e cultura rappresentano delle eccellenze assolute e in Expo Gate vogliamo portare alcune esperienze che raccontano come queste due dimensioni siano in grado di relazionarsi l’una con l’altra, con risultati emozionanti.

SPAZIO GARIBALDI_EXPO GATE

Dopo essere stato, in febbraio, un laboratorio di moda eco-sostenibile lo spazio Garibaldi di Expo Gate si trasforma ulteriormente in studio d’artista. Per quattro settimane, altrettanti giovani talenti si confrontano a turno, e ognuno col proprio linguaggio, con l’iconografia del cibo.

Le opere di ogni artista animano il luogo di lavoro per renderlo, in questo modo e allo stesso tempo, uno spazio espositivo. Tutto sotto gli occhi del pubblico che ha la possibilità di partecipare attivamente a workshop e interagire con gli artisti all’interno dello spazio.

Si inizia dal 4 all’8 marzo con Thomas Braida: pennelli, pigmenti in polveri e nature morte affollano lo spazio ispirando la creatività irrefrenabile del pittore friulano.

Dal 9 al 15 marzo, Talitha Dittfeld, giovane fotografa, medita sulla natura del rapporto società-cibo realizzando due serie fotografiche che vogliono invitare lo spettatore a rivedere il proprio rapporto con il cibo e la natura.

Dal 16 al 22 marzo, il breve excursus attraverso le arti e il cibo in Expo Gate passa dalle sculture di Benni Bosetto che lavora con la frutta esplorandone le forme per poi mascherarle tramite strati di glassa lucente.

L’ultima settimana di marzo, Valerio Rocco Orlando invita i visitatori di Expo Gate a partecipare a un laboratorio-performance per una serie di conversazioni sulla relazione individuale che ogni persona ha con il cibo. Alcuni elementi d’arredo compongono l’ambientazione intima scelta dall’artista milanese attualmente protagonista di una personale al museo Marino Marini di Firenze.

SPAZIO SFORZA_EXPO GATE

Da mercoledì 4 a venerdì 6 marzo, alle ore 18.00, Emanuele Ferrari, musicologo e pianista milanese, ci accompagna attraverso tre itinerari artistici al pianoforte dove poesie, letture e immagini coinvolgono il pubblico insegnando a comprendere la ricchezza dei brani proposti. La serie di appuntamenti, dal titolo Nutrirsi di Musica, curati dall’Associazione Sulle Note, comincia mercoledì 4 marzo con un incontro dal titolo suggestivo L’umorismo come nutrimento per lo spirito e con le 12 variazioni su Ah, vous dirai-je, Maman di Wolfgang Amadeus Mozart.

Expo 2015 S .p. A

lunedì- domenica

10.00 - 20.00

Ingresso libero

www.expogatemilano.org
facebook.com/expogate

twitter.com/expogate

instagram.com/expogatemilano

Le emozioni come nutrimento dell’anima è invece l’appuntamento di giovedì 5 marzo con il Notturno Op. 27 n.2 di Frédéric Chopin. Il ciclo si conclude venerdì 6 marzo con Tre Preludi di George Gershwin, protagonisti de Il ritmo come nutrimento del corpo. I tre incontri saranno preceduti ogni giorno, a partire dalle ore 15.00, dalla proiezione delle riprese a cura di Classica HD di altre due lezioni-concerto di Emanuele Ferrari - dedicate a Tango di Igor Stravinskij e alla Ballata n. 1 Op. 23 di Frédéric Chopin. Sempre dal 4 al 6 marzo, inoltre, nel corso della mattinata, spazio Sforza si anima con la proiezione di un altro ciclo di trasmissioni realizzato da Classica HD: La classica Ricetta della chef Serena Barbieri, in cui lezioni di cucina e musica classica si fondono alla perfezione.

Da lunedì 9 a venerdì 13 marzo si parla di arte contemporanea in cucina con Soup Opera progetto di Paola Buzzini, professionista nel campo dell’arte e appassionata cuoca.

Una serie di conversazioni informali con “le mani in pasta” con artistiti, giornalisti, blogger, designer curatori e direttori di musei. Tutti i giorni, tra pause pranzo e aperitivi, gli appuntamenti scandiscono la giornata con interviste sui generis che coinvolgono per tutta la settimana personaggi diversi.

Si comincia il 9 marzo alle 13.00 con le Sorelle Passera, cuoche amatoriali navigate e novelle foodblogger già seguitissime; si prosegue il 10 marzo con Duilio Forte, designer e artista versatile, il 12 marzo con l’Art Editor di Marie Claire Germano D’acquisto e si conclude il 13 marzo con l’artista Velasco Vitali. Anche all’ora dell’aperitivo, dalle 18.30, ci aspettano storie e ricette interessanti come quelle del direttore artistico della Fiera D’Arte di Milano MiArt Vincenzo de Bellis (9 marzo), del direttore del Museo GAMEC di Bergamo Giacinto Di Pietrantonio (10 marzo),di Giovanna Castiglioni, vicepresidente della Fondazione Achille Castiglioni (11 marzo) e Marco Cendron fondatore dello studio milanese di design e comunicazione POMO, che presenta in anteprima il “numero zero” della rivista Magna Carta, dedicata al rapporto tra editoria e cibo, realizzata su commissione di Expo Gate nel mese di novembre in uno spazio Garibaldi trasformato per l’occasione in una redazione estemporanea (13 marzo). Per due giorni c’è spazio anche per il tè delle cinque, il 10 marzo con Gaia Passi, direttrice di Sweet Journal e l’11 marzo con Carmela Dacchille ideatrice di Edizioni Precarie, durante il quale gli ospiti si confrontano con Paola in un salotto ad hoc tra libri e tè caldo.

Da lunedì 16 a giovedì 19 marzo Il Kino, associazione culturale con sede a Roma e a Berlino, porta in scena una versione ormai dimenticata delle vecchie sale cinematografiche con il progetto Soul Cinema. Una selezione di film indipendenti riempiono e colorano lo spazio che diventa un luogo d’incontro dove assaporare il cinema d’altri tempi con perle rare sfuggite alla grande distribuzione o vecchi film di culto. Diversi appuntamenti giornalieri arricchiti dagli incontri con gli autori dei film, tra cui una rassegna dedicata a Milano e alle diverse realtà che la popolano e film dedicati al mondo del cibo e del gusto. Per finire, mercoledì 18 marzo, una grande cine-cena che unisce il buon cibo al cinema di qualità raccontando con le sue portate le atmosfere italo-brasiliane di Estomago di Marcos Jorge (2007).

Da lunedì 23 a venerdì 27 marzo, cibo e letteratura per i quattro appuntamenti de Il grado zero della cucina curati da Gianluigi Ricuperati, scrittore e direttore di Domus Academy, per Expo Gate.

Nel centenario della nascita di Roland Barthes un viaggio nei “gradi zero della scrittura”; un’occasione per affrontare il tema cardine di Expo Milano 2015 attraverso un confronto letteral-culinario.

Autori importanti e originali, come Letizia Muratori e Alcide Pierantozzi, chef d’eccezione, imprenditori e scrittori come Giovanni Gregoletto, e il giornalista e avvocato Alessandro Lamacchia, responsabile delle ormai mitologiche guide ‘I cento di’, aiutati da scienziati e dalla messinscena di oggetti legati alla cucina realizzata da Italo Rota, provano a raccontare una storia basica usando soltanto alcune note assolute del quarto senso, edibile o bevibile: l’acido, il vellutato, il dolcissimo, e il frizzante. Il grado zero della cucina promette assaggi sperimentali, dissezioni letterarie e avventure extra disciplinari nella fisiologia del gusto.

Inoltre, nel mese dedicato all’arte e alla cultura, Expo Gate ospita le presentazioni di alcuni dei più importanti progetti, permanenti ed estemporanei, che contribuiranno a rendere Expo Milano 2015 un evento eccezionale.

II 4 marzo in spazio Sforza alle 11.30 Astrid Welter, Project Director della Fondazione Prada, istituzione di prestigio internazionale creata nel 1993, presenta il programma della nuova sede di Milano che aprirà al pubblico il 9 maggio.

Il 6 marzo, alle 11.30, viene presentata la mostra Arts&Foods. Rituali dal 1851, a cura di Germano Celant, che apre il 9 aprile alla Triennale di Milano ed è la sola area tematica di Expo Milano 2015 allestita in città.

Il calendario di eventi quotidiani, aperti a tutti e gratuiti, di Expo Gate è su www.expogatemilano.org

SDC

2 commenti:

  1. Mi piace moltissimo, mi piacerebbe essere parte di Culture Food! Mi piace la musica, Soup Opera e "mani in pasta" :) Credo que questo event e speciale, credo que lei scrivera qui come si ha svilupatto!
    DenisesPlanet.com

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram