Con il Giornale del Cibo il Food diventa 2.0

IL MAGAZINE ONLINE “IL GIORNALE DEL CIBO” SI RINNOVA IN OCCASIONE DI EXPO
Uno spazio di approfondimento per indagare il legame tra cibo e arte e la nascita di fenomeni di Creative Food

Il Giornale del Cibo, magazine online attraverso il quale CIR food intende “nutrire l’Italia” anche facendo informazione sui temi del cibo e dell’alimentazione, ha inaugurato la rubrica ”Cibo e Cultura” dedicata alle più originali manifestazioni di Creative Food.

Come insegna il pittore Arcimboldo, il cibo –con forme insolite e colori cangianti – può ispirare la fantasia degli artisti e “prestarsi” a nuove interpretazioni e rivisitazioni di quadri famosi. Il settore del food è in continua evoluzione e la rubrica “Cibo e Cultura” intende documentarne le trasformazioni e le contaminazioni.

Tra gli articoli più letti della Rubrica “Cibo e Cultura”:
Con Carter Asmann, la macchia di caffè diventa arte. Il disegnatore americano, armato di matita, ha trasformato i cerchi delle tazzine di caffè in elementi dei suoi disegni, creando una galleria virtuale su Instagram.

Bansky nei piatti: la street art da mangiare.
Le opere di Bansky hanno ispirato l’artista americano Harley Langberg che ne ha recentemente realizzato delle riproduzioni commestibili e “impiattate”.

Misterkrisp: l’arte di fare arte con i cereali.
I chicchi di riso soffiato hanno un potenziale artistico inespresso, scoperto dalla newyorkese Jessica Siskin, autrice di fantasiose creazioni, tutte rigorosamente realizzate con i cereali.

Con James Ostrer, il junk food diventa arte.
Cosa succede quando un fotografo decide di immortalarsi cosparso di cibo spazzatura? Le immagini realizzate da James Ostrer sono volutamente grottesche ed estreme.

Il cibo è un tema trasversale che spesso è protagonista di film, libri e appuntamenti d’arte che vengono prontamente segnalati da lla rubrica “Cibo e Cultura”.

Dalle ricette preferite del Commissario Montalbano alle ossessioni alimentari dei dittatori fino al Sapore Sublime ne “L’estasi culinaria “ di Muriel Barbery: una panoramica sul cibo declinato nelle varie espressioni artistiche.

Il progetto Il Giornale del Cibo che conta, a Marzo 2015, 350.000 visitatori, coinvolge una community di appassionati del buon gusto di circa 40.000 utenti attivi nel dialogo e soprattutto nella creazione di contenuti quali ricette e recensioni di eventi e sagre. Oltre alle 4.600 ricette inedite, poiché ideate e proposte dagli stessi utenti, e alle video ricette con protagonisti gli Chef di CIR food, il magazine online ha numerose rubriche di approfondimento:

Approfondimenti, Food 2.0, Curiosità, Expo 2015, Pubblicamente a Tavola, Scuola di cucina e Tra frigo e dispensa.

Il Giornale del Cibo sarà protagonista anche a Expo Milano 2015 attraverso la partecipazione dell’editore -
CIR food- che all'interno della manifestazione gestirà 20 locali per un totale di 4.000 posti a sedere, impiegando 500 dipendenti all'interno di 5 differenti format di ristorazione. L'obiettivo di CIR food è promuovere la migliore tradizione alimentare del nostro Paese valorizzandola su larga scala, a prezzi ragionevoli e con una cucina sana ed equilibrata.

Dichiarazioni
“Nel lontano 2007 abbiamo creduto nella potenzialità di Internet come canale strategico per fare cultura e informazione sui temi legati al cibo e all’alimentazione, da sempre prioritari per CIR food. Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti poiché Il Giornale del Cibo è diventato un punto di riferimento sul web nonché luogo di confronto sulla cultura della ristorazione, della produzione agroalimentare, dell’ambiente, delle tradizioni e delle identità locali.

Il valore aggiunto di questo portale penso sia una community attenta, esigente e sempre più partecipativa che stimola la redazione a trattare l’argomento cibo da più punti di vista, non solo gastronomici ma anche s
ociali, culturali ed economici”.
Daniela Fabbi
-Responsabile Comunicazione e Marketing CIR food

“Abbiamo voluto creare uno spazio che parlasse di cultura in senso ampio: in questa rubrica trovano spazio articoli sulla storia degli alimenti, sull'origine di piatti e di modi di cucinare, recensioni di libri e film dove il cibo ha un ruolo importante, articoli sul fenomeno della #FoodArt sui social. Quest'ultimo in particolare è interessante in quanto raccontiamo come degli utenti comuni si siano trasformati in poderosi "influencer" grazie allacreatività e ad uno smartphone”.
Angelo Valenza

Direttore Responsabile Il Giornale del Cibo

Chi è CIR food
CIR food -Cooperativa Italiana di Ristorazione si occupa di ristorazione collettiva, commerciale, banqueting e buoni pasto. Opera in 15 regioni italiane, con una produzione di circa 80 milioni di pasti l’anno e una forza lavoro di oltre 11.000 persone (di cui 6500 soci lavoratori e 1200 cuochi).

Dal 1 Maggio 2015 gestisce 20 locali all’interno di Expo Milano, coprendo il 25% dell’offerta di ristorazione della manifestazione nei 6 mesi di esposizione.

SDC

1 commento:

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram