Wine Sound System incontra Musica Distesa: dom. 14/05 a mare culturale urbano i vini naturali incontrano la musica

WINE SOUND SYSTEM INCONTRA MUSICA DISTESA
DOMENICA 14 MAGGIO A MARE CULTURALE URBANO
UN'INTERA GIORNATA DEDICATA AI VINI NATURALI, AL BUON CIBO
E ALLA BUONA MUSICA, DAL VIVO E SU VINILE, CON DONPASTA,
MUSICA DISTESA / GIULIANO DOTTORI, LA DISTESA / CORRADO DOTTORI, IL FILOSOFO NICOLA PERULLO E LO CHEF LAPO QUERCI.
I vini naturali sono ottenuti da produttori indipendenti che avendo a cuore le proprie uve, le proprie vigne e il proprio territorio, decidono di non intervenire sulla coltivazione con agenti chimici e sulla fermentazione con lieviti, enzimi o altri additivi. Il prodotto ottenuto è ogni volta diverso, di alta qualità e espressione diretta della terra in cui nasce.
Ai vini naturali mare culturale urbano, centro culturale ad alto impatto sociale in via G. Gabetti 15 a Milano (nei pressi dello Stadio San Siro), dedica un'intera giornata, domenica 14 maggio 2017, dal pranzo al dopo cena, con laboratori, degustazioni, concerti e dj set: Wine Sound System incontra Musica Distesa, un appuntamento a cura di donpasta, uno (e per certi versi unico) dei più inventivi attivisti del cibo in Italia, come lo ha definito il New York Times, che torna a mare dopo il successo della rassegna estiva United Food of Milano, Giuliano Dottori, direttore artistico del Festival Musica Distesa, Corrado Dottori, produttore di vini naturali (La Distesa), accompagnati da Nicola Perullo, filosofo eterodosso, è professore di Estetica all'Università di Pollenzo, il giovane chef Lapo Querci, i cantautori toscani David Ragghianti (Lucca) e Andrea Biagioni, semifinalista della scorsa edizione di X-Factor e opening act di tutto il tour primaverile degli Afterhours.
Tra il pranzo, l'aperitivo e la cena, nella suggestiva cornice del cortile della cascina del '600 in cui si si trova mare, il pubblico potrà degustare una selezione di ottimi vini naturali, abbinati a due menù dedicati e all'ascolto di vinili ed esibizioni live, arricchiti dal confronto e l'incontro con esperti e appassionati in due workshop speciali. La giornata prevede alcuni appuntamenti a ingresso libero e altri a pagamento e su prenotazione.
I vini naturali vanno di moda. Il che è un bene, perché sono vini sani, prodotti da persone appassionate e con un approccio etico al proprio lavoro. E' un bene, perché per moltissimi anni sono stati considerati "aceto" da molti enologi. E' però anche un male, perchè ogni moda è foriera di travisamenti, di cattiva informazione, di comportamenti effimeri. Questo appuntamento è stato concepito da chi si occupa di vini naturali da molto tempo, per raccontare i propri prodotti e il proprio lavoro in modo onesto e completo. E la cosa migliore per farlo è organizzare una festa. Una festa con Musica Distesa, festival nato nelle terre del Verdicchio, partner di questa speciale serata, che è allo stesso tempo un produttore di vini naturali. Con loro anche Nicola Perullo, filosofo che ha scelto di usare l'arte contemporanea per definirli. Last, but not least, donpasta porta il rock'n'roll, che, esattamente come i vini naturali, va dritto all'origine delle cose. donpasta

IL PROGRAMMA COMPLETO DI DOMENICA 14 MAGGIO - WINE SOUND SYSTEM
I protagonisti della giornata saranno i vini naturali selezionati, e in alcuni casi prodotti, da Corrado Dottori: tra il pranzo, la cena e i workshop saranno in degustazione vini bianchi (Verdicchio di Matelica 2016 - Cavalieri, Falerio 2015 - Aurora, Offida Pecorino Fiobbo 2015 - Aurora, Marche Bianco Terre Silvate 2016 - La Distesa. Vino Bianco Nur 2015 - La Distesa) e rossi (Rosso Piceno 2015 - Aurora, Marche Rosso Nocenzio 2015 - La Distesa, Marche Rosso Le Derive 2013 - La Distesa). Corrado Dottori è un produttore di vino naturale marchigiano (la sua azienda, La Distesa, si trova nel comune di Cupramontana, Ancona), che ha creato intorno alla sua attività vinicola una vera comunità rurale e uno spazio culturale, dando vita all'associazione Musica Distesa, con la direzione artistica di Giuliano Dottori, con cui organizza l'omonimo festival di musica oltre a varie attività che connettono vino e cultura.
La giornata prende il via dalle ore 13.00 con il pranzo curato dallo chef Lapo Querci, accompagnato dalle degustazioni curate da Corrado Dottori e Nicola Perullo. Cosa è un vino naturale? Come si può definire? Come si può raccontare? A queste e molte altre domande risponderanno gli esperti mentre i commensali potranno degustare un menù fisso composto da Panino di Pesci Azzurri , Salsa all'arancia e Giardiniera Anisata per iniziare, Riso mantecato Fave, Pecorino e Pere marinate come primo, Melanzana, Pomodoro, Formaggi dolci e acidi come secondo e  Pralinato, Choux e Yogurt come dolce (costo € 30,0 - per prenotazioni info@maremilano.org; include acqua microfiltrata e 4 calici di vino; servizio € 2,0).
A seguire alle ore ore 16.00 Nicola Perullo terrà l'atelier Epistenologia (costo €  15,0 - per info e iscrizioni workshop@maremilano.org): un evento performativo e creativo in cui il vino diventa uno strumento di indagine, creatività e ampliamento della percezione. Il laboratorio non insegna un metodo di degustazione ma è piuttosto un invito alla responsabile anarchia del gusto. Un viaggio intellettuale, emotivo e creativo, attraverso il vino, che sarà incontrato di sbieco e restituito alla sua dimensione simposiale e conviviale più autentica.
Si prosegue alle ore 17.30 con Wine Sound System, atelier a cura di donpasta (costo €  15,0 per info e iscrizioni workshop@maremilano.org) in cui agli assaggi e al racconto di 5 vini sarà combinato l'ascolto di ottima musica. Scopo del gioco sarà proprio trovare l'abbinamento perfetto tra vini e canzoni. Cosa avrà bevuto Bob Dylan mentre componeva Like a Rolling Stone? Qual è il vino giusto per accompagnare un concerto di Tom Waits?.
Dalle ore 19.00 la musica, introdotta da donpasta, diventa protagonista grazie all'aperitivo con Musica Distesa, che prevede l'esibizione live di Giuliano Dottori, David Ragghianti e Andrea Biagioni (ingresso libero). In occasione del decennale del Festival Musica Distesa (30 giugno, 1 e 2 luglio 2017 a Cupramontana - AN), il mini tour del direttore artistico del Festival, il cantautore e produttore Giuliano Dottori approda anche a mare. Musica Distesa è un festival che dal 2007 crede nell'incontro culturale, nei cortocircuiti artistici, nel vivere la musica in modo differente. Fra i primi in Italia a unire territorio e musica live, campagna (marchigiana) e chitarre elettriche, vino buono e performance artistiche, cibo genuino e ballo, fa a meno di patrocini e contributi statali, scegliendo la strada della coproduzione insieme al pubblico per accogliere alcune delle migliori realtà della scena alternativa italiana. www.musicadistesa.org
Dalle ore 21.00 si ricomincia con il vino naturale e con il buon cibo, sempre a cura dello chef Lapo Querci, dando alla cena uno stile quasi punk, decisamente rock'n'roll, in cui l'assurdo la fa da padrone. Cinque vini naturali, da amare e da combinare con cinque piatti speciali: Soprassata, mele e Acetosa; Ravioles, Peperoni Cruschi e Stracchino; Baccalà, Cicerchie e Lampascioni; Melanzana After Eight (costo € 30,0 - per prenotazioni info@maremilano.org - include acqua microfiltrata e 4 calici di vino; servizio € 2,0).

Info maremilano.org / info@maremilano.org / facebook - linkedin: mare culturale urbano / twitter - instagram: maremilano


I PROTAGONISTI, IN ORDINE DI APPARIZIONE
donpasta collabora con Geo and Geo (RAI 3), La Effe, Fahrenheit (Rai Radio 3). Il suo primo progetto, "Food sound system" è anche un libro, edito da Kowalski, e uno spettacolo multimediale, in tournée da ormai dieci anni. Nel 2009 ha pubblicato "Wine Sound System", sempre con Kowalski, tradotto anche in francese; nel febbraio 2013 è uscito il suo terzo libro, "La Parmigiana e la Rivoluzione", con Stampa Alternativa; nel 2014 infine "Artusi Remix", edito da Mondadori. Collabora tra gli altri con Paolo Fresu, David Riondino, Daniele di Bonaventura. Scrive per Slow Food, la Repubblica, Left Avvenimenti e collabora con Smemoranda, Alias, Fooding, l'Università del Gusto di Slow Food, CasArtusi e Cultura gastronomica. Organizza a Roma il Festival Soul Food con Terreni Fertili e a Toulouse l'Academie des Cuisines Metisses. Attualmente è impegnato con CasArtusi nel progetto Artusi Remix, dedicato alla cucina popolare italiana.
Corrado Dottori (1972) vive e lavora a Cupramontana. È vignaiolo e produce verdicchio naturale (ma non solo) nella sua azienda agricola, La Distesa, oltre ad essere consigliere comunale e aver avuto importanti esperienze in ambito finanziario internazionale. Laureato in economia politica, nel 2005 ha pubblicato "Benin. Economia, società e sviluppo etico" (L'Harmattan Italia). Nel 2012 con Derive e Approdi ha pubblicato "Non è il vino dell'enologo - Lessico di un vignaiolo che dissente", un piccolo caso editoriale, con la prefazione di Jonathan Nossiter, regista americano famoso per il documentario "Mondovino". I suoi vini sono apprezzati e esportati in tutto il mondo, anche grazie alla partecipazione a tutti i momenti cruciali del movimento dei "vini naturali": critical wine di Veronelli, Vini Veri, le tante fiere in giro per l'Italia.
Il suo libro "Non è il vino dell'enologo - Lessico di un vignaiolo che dissente", è uscito per Derive e Approdi nel 2012. Cosa significa fare ed essere un agricoltore agli albori del Terzo millennio? Come si fa agricoltura? Cos'è un ambiente? Quali sono le relazioni tra un coltivatore e un sistema vivente quale la vigna? Quale vino produrre? Con quali tecnologie e per ottenere quale gusto? Questo lessico per un'altra «contadinità» ne è la risposta. Un viaggio dentro il mondo della vigna e dentro la vita di chi se ne prende cura. Che passa per la cantina e gli scaffali di vendita. Per la critica del gusto e la storia della produzione viti-vinicola nel Novecento. Per l'enologia e Luigi Veronelli. Per le grandi fiere del vino e i terroir. Una riflessione lungo i sentieri che partono dalla «natura» e sfociano in un prodotto di «artificio» quale una bottiglia di vino. Articolato nella forma di un lessico, questo libro è anche il racconto di ciò che definisce il mondo del vino ma che non trova spazio nelle guide o nei manuali sul bere.

Giuliano Dottori è nato in Canada, Montreal, ma vive da sempre a Milano. Chitarrista e produttore dal curriculum denso di collaborazioni, ha lavorato live e in studio con Thony, Alessandro Raina, Mimes of Wine, Alia, Barbara Cavalieri, Daniele Tenca, Atletico Defina, Paolo Cattaneo, FiloQ, Syria, Simone Lo Porto, Michael Baker, Federico Ferri, Lucia Manca, Nicola Cioce, Rumori dal Fondo e altri ancora. Nel 2008 è entrato nella formazione degli Amour Fou, ha creato e dirige tuttora il Festival Musica Distesa che in nove edizioni ha portato in un piccolo paese delle Marche il meglio del panorama underground italiano. Ad Agosto 2010 ha fondato lo studio di registrazione e produzione musicale Jacuzi. Ha esordito come cantautore nel febbraio 2007 con l'album Lucida, due anni più tardi ha pubblicato Temporali e Rivoluzioni. Fantasmi è l'ultimo EP del dicembre 2010. L'ultimo disco è un concept diviso in due volumi e si intitola L'arte della guerra. Si tratta di un doppio album prodotto dallo stesso Giuliano Dottori e ispirato all'omonimo libro di Sun Tzu, un album sulla rinascita, sull'inevitabilità del conflitto umano, sull'equilibrio fra passato e futuro.

Nicola Perullo, filosofo eterodosso, è professore di Estetica all'Università di Pollenzo. Ha scritto una decina di libri su vari argomenti tra cui: "Il gusto come esperienza" (Bra, 2012) poi tradotto in portoghese e in americano ("Taste as experience, Columbia University Press", 2016), "La cucina è arte?" (Roma, 2013), ed "Epistenologia. Il vino e la creatività del tatto" (Milano 2016)

Lapo Querci classe 1987, ha iniziato il suo percorso nel mondo della ristorazione a Firenze presso il Cibreo di Fabio Picchi, cuore della cucina fiorentina. Dopo due anni di esperienza, decide di iniziare nel 2009 il programma di studi dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, dove contemporaneamente lavora al Ristorante Guido. Negli ultimi quattro anni ha seguito il progetto Tavole Accademiche e negli ultimi due anni il progetto Scuola di Cucina, entrambi presso l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Da luglio seguirà l'avviamento di un ristorante a Milano in collaborazione con Pinch Spirits and Kitchen.

The Lunch Girls

The Lunch Girls, il blog. Segui i consigli delle ragazze e scegli dove andare a mangiare. The best restaurant on Italy.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram