Al via Modena Benessere Festival: dalla bio cosmesi certificata alle proposte veg, salute a 360 gradi

Al via Modena Benessere Festival: dalla bio cosmesi certificata alle proposte veg, salute a 360 gradi  

Oltre 200 espositori specializzati in discipline bio-naturali si danno appuntamento sabato 25 e domenica 26 novembre a ModenaFiere. Novità di questa edizione è un'area interamente dedicata alla cosmesi naturale e biologica certificata dove provare i prodotti di oltre 30 aziende qualificate provenienti da tutta Italia. Spazio al mondo "veg" con showcooking crudisti e proposte a tema, 500 massaggi gratuiti, free lesson di yoga e arti marziali, oltre 40 conferenze con esperti sui temi del benessere naturale, dimostrazioni di body painting con tinte naturali: per due giorni Modena diventa la capitale del benessere secondo natura. Tra gli ospiti Susy Blady e Antonello Dose de "Il ruggito del coniglio" di Radio 2

Dall'alimentazione biologica e vegetariana a quella gluten free, dalla cosmesi certificata alle discipline per il corpo (yoga, arti marziali) e quelle per la mente (meditazione, training autogeno), dall'abbigliamento in fibre vegetali agli accessori ecologici ed ecocompatibili per la casa e la cura della persona. Tutto quello che concorre alla salute naturale di mente e spirito è al centro della quarta edizione di Modena Benessere Festival (www.modenabenessere.it), sabato 25 e domenica 26 novembre a ModenaFiere. La manifestazione dà spazio a ognuno di questi ambiti, presentando un'offerta ricca di approfondimenti teorici e sperimentazioni pratiche, accompagnata dall'esposizione e vendita di prodotti e servizi del settore grazie a oltre 200 espositori provenienti da tutta Italia.

La novità dell'edizione 2017 è un'intera area dedicata alla cosmesi naturale e biologica certificata dove si danno appuntamento oltre 30 aziende qualificate provenienti da tutta Italia. Scegliere un cosmetico bio certificato significa essere sicuri che contiene prodotti agricoli e zootecnici derivati da agricoltura biologica certificata, non ha sostanze dannose, tossiche o allergizzanti; non sono stati impiegati OGM e non si è fatto ricorso alla sperimentazione sugli animali; infine non sono state impiegate radiazioni ionizzanti. Questa area, di cui Alessandro Spadoni è il responsabile scientifico, è patricinato dagli enti certificatori CCPB, Bioagricert, Bios srl, Suolo e Salute, BDIH - IONC, Biocert Italia, dall'Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica AIAB e dalla Società di Consulenza Bioqualità.

Modena Benessere Festival apre le porte al mondo veg, riservando una sezione alla cultura e alimentazione vegana, con una zona "live", dedicata all'incontro tra chef, autori di libri e il pubblico. La cucina vegana offre un'infinita varietà di cibi tra cui scegliere, di piatti da preparare, semplici e più complessi: in questa area Sonia Maccagnola, chef di Vegolosi.it, cucina piatti vegani e svelano i segreti per realizzare ricette sempre golose e salutari: l'occasione ideale per chi vuole cimentarsi in tante variazioni rispetto ai piatti tradizionali o in piatti nuovi con ingredienti tutti da scoprire.

Grande spazio, inoltre, alle dimostrazioni di bio-discipline, arti marziali e ginnastica dolce e la possibilità di sperimentarle personalmente nelle numerose free class condotte dagli insegnanti delle scuole più accreditate; oltre 500 massaggi e trattamenti gratuiti offerti nell'area relax e oltre 40 conferenze con esperti - a ingresso libero - dedicate alle varie declinazioni del benessere naturale.
E poi appuntamenti golosi, a partire dal ristorante biologico e vegetariano presente in fiera, a cui si affiancano due premi prestigiosi: il Premio Biolnovello, rassegna riservata all'olio extravergine di oliva biologico della nuova stagione, ovvero, per i paesi del mediterraneo, l'olio prodotto prima del 15 novembre di ogni anno; e il Premio internazionale Biol Miel, dedicato al miele biologico, che lo scorso anno ha visto la partecipazione di 165 mieli provenienti da Croazia, Germania, Grecia, Italia, Portogallo, Slovenia, Spagna. L'edizione 2017, la decima del premio, è la prima che punta al coinvolgimento delle famiglie attraverso numerosi momenti informativi e ricreativi in fiera, che culminano con la proclamazione dei mieli vincitori delle diverse categorie.

Torna anche il contest di Body Painting che si svolge nell'arco dell'intero weekend, con la possibilità di assistere a tutte le fasi di realizzazione: dalla pittura sui corpi delle modelle fino all'emozionante performance con musica e danze che decreterà i vincitori della competizione. Con una curiosità in più: nelle due giornate si terranno dimostrazioni di pittura corporea "secondo natura", utilizzando anche tinte naturali.

Sono oltre 40 le conferenze gratuite che affrontano le varie declinazioni delle discipline olistiche con nomi importanti: in particolare Macro Edizioni cura gli "Incontri con l'autore", con decine di esperti in due giorni.
Tra gli ospiti più attesi Syusy Blady con il suo libro "I miei viaggi che raccontano tutta un'altra storia". L'allegria e l'intelligenza sono quelle di sempre, ma in questo volume l'eclettica autrice, conduttrice e regista aggiunge riflessioni dal passo più lungo: quali risposte dà l'esplorazione del nostro pianeta agli eterni quesiti su chi siamo, da dove veniamo, perché siamo qui? (26 novembre 15.30).
Ci sarà anche Antonello Dose, che da 22 anni conduce insieme a Marco Presta il programma radiofonico "Il Ruggito del coniglio", in diretta ogni giorno su Rai Radio2: Dose presenta il suo libro "La rivoluzione del coniglio. Come il buddismo mi ha cambiato la vita" (ed. Mondadori) (25 novembre 11.30).
Torna anche il cardiologo israeliano Nader Butto che individua i conflitti psicologici e i blocchi energetici che possono essere alla radice della malattia (26 novembre ore 11). C'è poi Piero Mozzi, medico chirurgo "secondo natura", che presenta la sua "dieta del gruppo sanguigno" con l'obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone guidandole nella scelta degli alimenti più salutari e adatti alle proprie caratteristiche genetiche (25 novembre ore 14).

La manifestazione è organizzata da Blu Nautilus, con il patrocinio di Comune e Provincia di Modena. Il festival è diretto e coordinato da Florido Venturi, specializzato nell'organizzazione di eventi sul benessere.
Il programma completo è consultabile su www.modenabenessere.it

Dove: Modena Fiere, Viale Virgilio, 70/90, 41123 Modena
Quando: Sabato 25 novembre dalle 10 alle 20 e domenica 26 novembre dalle 10 alle 19.
Quanto: € 10 intero, € 8 ridotto. E' possibile acquistare il biglietto elettronico online sul sito a 8 €: si risparmia e si evitano code!
Infoline: Tutto il programma su www.modenabenessere.it


Bellezza certificata: al festival un'area dedicata agli eco bio cosmetici Più sicuri per l'uomo e per l'ambiente: a Modena Benessere Festival debutta una nuova area dedicata ai Cosmetici Naturali e Biologici Certificati, con centinaia di prodotti e una selezione di 30 aziende qualificate provenienti da tutta Italia. Scegliere un cosmetico bio certificato significa essere sicuri che contiene prodotti agricoli e zootecnici derivati da agricoltura biologica e non sostanze allergizzanti; non vengono impiegati OGM né radiazioni ionizzanti e non si fa ricorso alla sperimentazione sugli animali

Dai capelli alla punta dei piedi, passando per il viso, il delicato contorno occhi, le mani spesso screpolate: sono innumerevoli le parti del corpo che hanno bisogno di attenzione. Gli italiani utilizzano prodotti cosmetici in media sei o sette volte al giorno e le donne possono arrivare addirittura a 25 volte (dati Unipro, Unione Produttori Cosmetici Italiani). Ma quanto ci costa tutto ciò? E non solo in termini economici. Per legge, in Europa, tutti i cosmetici devono essere prodotti sicuri, cioè non devono arrecare danno alla salute umana, indipendentemente dal fatto di essere bio o meno. I cosmetici convenzionali, però, possono contenere molte sostanze potenzialmente inquinanti e aggressive come derivati petroliferi, siliconi, "cessori" di formaldeide (ossia quelle sostanze che nel tempo rilasciano una molecola valutata cancerogena dall'Oms) e altre molecole dall'effetto poco noto.

Naturalezza, sostenibilità, coscienza ecologica: ecco quello che sempre più italiani vogliono trovare anche nel beauty case, come dimostra la progressiva crescita del mercato cosmetico green: è di 950 milioni di euro il giro d'affari stimato nel 2017 (dati Cosmetica Italia).
Ed è quello che i visitatori di questa edizione di Modena Benessere Festival troveranno nella nuova area dedicata alla Cosmesi Naturale e Biologica Certificata, a cura di Alessandro Spadoni: oltre trenta aziende selezionate e le loro centinaia di prodotti bio per il corpo nei quali i diversi disciplinari escludono gli ingredienti che traggono origine da sistemi produttivi inquinanti o che sottraggono eccessive risorse all'ambiente o, ancora, che risultano aggressivi nei confronti della pelle. L'evento è patricinato dagli Enti certificatori CCPB, Bioagricert, Bios srl, Suolo e Salute, BDIH - IONC, Biocert Italia, dall'Ass.ne Italiana per l'Agricoltura Biologica AIAB e  dalla Società di Consulenza Bioqualità.

Ma come riconoscere nella selva di packaging "floreali" un cosmetico bio? Per prima cosa è necessario controllare l'etichetta: nei prodotti bio è riportato il logo dell'ente certificatore. Esistono diversi sistemi di certi cazione a livello italiano ed europeo: tra i più noti ricordiamo Icea (Istituto Certi cazione Etica Ambientale) e CCpb per l'Italia, EcoCert per la Francia, Bdih per la Germania, Soil Association per l'Inghilterra. Ogni sistema di certificazione ha un suo protocollo e un suo marchio depositato che identifica i prodotti che hanno superato la certificazione.


Un "salotto vegano" a Modena Benessere Festival 

E' lo staff di Vegolosi.it a curare lo spazio dedicato alla cucina vegana, con showcooking interamente "animal free". Le ricette proposte sono ottimi spunti anche per gli onnivori, per sostituire di tanto in tanto la carne, di cui in Italia facciamo un consumo esagerato

La cucina vegana è insapore, triste, monotona. Ecco il luogo comune più diffuso sulla cucina veg. E se invece mettendosi ai fornelli, provando ingredienti e accostamenti nuovi, liberando la mente da opinioni preconcette e lasciando il giudizio al solo palato si scoprisse che non è affatto così?

Il "salotto vegano" di Modena Benessere Festival conquisterà anche i più scettici: si tratta di uno spazio curato dalla redazione di Vegolosi.it - il primo magazine italiano online di cultura e cucina vegana – dove la chef Sonia Maccagnola terrà infatti quattro showcooking con degustazione per conoscere meglio tutti i segreti di una cucina sana, gustosa ed etica.

In Italia consumiamo in media 78 Kg procapite di carne all'anno (dati Coldiretti). Troppi. Numerosi studi epidemiologici indicano l'urgenza di ridurre drasticamente questi quantitativi a meno della metà (32 Kg/annui che corrispondono a non più di 90 grammi al giorno) e le maggiori istituzioni mondiali preposte alla ricerca e alla cura delle malattie tumorali, cardiovascolari e degenerative del sistema nervoso spingano da tempo ad adottare regimi alimentari basati prevalentemente su cibi vegetali: questi contengono una quantità notevole di fattori protettivi per la salute capaci di contrastare malattie e invecchiamento.

Gli italiani sembrano recepire il messaggio: nel nostro paese la passione per il mondo veg si consolida sempre di più. Secondo l'Eurispes ogni anno si registra un aumento del 15% di persone che scelgono di escludere dalla loro alimentazione i prodotti di origine animale e i loro derivati, per un totale di oltre 600mila vegani in Italia, circa l'1% della popolazione.
Più numerosi i vegetariani, che aboliscono il consumo di carne, pesce e crostacei, ma ammettono quello dei derivati animali come latte, uova, formaggi e miele: sono circa il 6% della popolazione.

Ecco il programma degli showcooking con degustazione del salotto vegano di Modena Benessere Festival:

Sabato 25 novembre:
ore 12.30: Tempeh alle mandorle con riso pilaf
ore 16.30: Hummus dolce al cioccolato e hummus dolce al caffè

Domenica 26 novembre:
ore 12.30: Fusilli con tofu affumicato e crema di zucca
ore 16.30: Polenta con ragù di nocciole

The Lunch Girls

The Lunch Girls, il blog. Segui i consigli delle ragazze e scegli dove andare a mangiare. The best restaurant on Italy.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram