Nasce il delivery Che Vino!


«Che Vino!»

L'E-COMMERCE DEDICATO ALLE CANTINE UNICHE E SPECIALI


Nasce un progetto che va oltre il servizio di delivery.

Promuove la cultura del vino

e la conoscenza dei territori attraverso i piccoli e medi produttori.

Tra i valori, l'attenzione alla sostenibilità e all'economia circolare.



Chi produce un numero limitato di bottiglie, chi vende esclusivamente vini naturali, chi sceglie solo tecniche produttive ecosostenibili. Queste, particolari ed esclusive, sono alcune delle cantine in vendita su «Che Vino!», la start up dedicata al vino di qualità, nata da un'idea di Giuseppe Trisciuoglio, appassionato ed esperto di beverage, dalla sua compagna Federica Piersimoni, tra le più famose travel blogger d'Italia, e da Elio Maria Piersimoni, con competenze e importanti esperienze nel food.


«Non vendiamo solo vini, raccontiamo storie». La vendita online di vini selezionati è il core del nuovo servizio. L'idea, però, va oltre il delivery. Il progetto risponde alle esigenze dei produttori, confrontando il meglio delle piccole e medie aziende vinicole locali, e punta non solo a fornire una vetrina alle cantine italiane, ma soprattutto a far crescere tra i consumatori la cultura del vino e la conoscenza dei territori, valorizzando luoghi unici e straordinari. «Non vendiamo solo vini, raccontiamo storie», spiegano i founder.


Vini e storie uniche. Su «Che Vino!» non sarà possibile trovare tutti i produttori d'Italia, ma solo una selezione di vini «unici». L'azienda investe costantemente nella ricerca di vini «esclusivi» che seleziona e mette in vendita sull'e-commerce. Il consumatore potrà scoprire prodotti e cantine che altrimenti farebbe fatica a conoscere. Il target non sono solo le persone appassionate di vino e food, ma anche chi non è un esperto e vuole farsi guidare alla scoperta di un mondo di profumi, sapori e storia.


Solo vino Made in Italy. «Che Vino!» propone esclusivamente vini italiani, dal Piemonte alla Sicilia: «I nostri prodotti enologici sono unici così come le nostre regioni, i nostri terreni, il nostro clima. Desideriamo raccontare la nostra italianità», dice Giuseppe Trisciuoglio. «Che Vino!» propone ai clienti anche abbinamenti tra i vini e i piatti delle diverse regioni di produzione per offrire idee nuove e gustose per le cene con gli amici, i pranzi in famiglia o anche solo per il puro piacere personale di abbinare ottimi vini a piatti regionali. E, naturalmente, per esaltare ancora di più il vino acquistato.


Un portale e tre servizi. Al consumatore sono proposti diversi servizi. «Che Vino!» è lo shop online in cui è possibile vedere e acquistare tutte le bottiglie di vino, in ogni giorno della settimana, ventiquattro ore su ventiquattro. I tempi di consegna, in media, sono di 24/48 ore. «Che Box!» è invece un abbonamento mensile che propone, ogni mese, tre bottiglie - a sorpresa - di un produttore selezionato e una scheda che racconta la storia della cantina e dei suoi vini. Questo servizio unisce la qualità del vino Made in Italy con la social responsibility: ogni box presenta un prodotto di un'azienda italiana impegnata nel sociale. Per esempio una borsa realizzata con tessuti eco della Tanzania, un panettone prodotto dai carcerati o, ancora, la pasta con farine di grani antichi macinati da un vecchio mulino. Per un'occasione speciale, un anniversario o per un regalo di Natale, invece, c'è «Che Regalo!»: un box in cui le bottiglie sono avvolte da una elegante velina rossa, che prevede la possibilità di inserire un biglietto personalizzato.


«Che Vino!» è eco-compatibile. Il vino nasce nella terra. «Per questo siamo consapevoli dell'importanza della tutela dell'ambiente e dei territori. Quindi abbiamo pensato a un packaging riciclabile al 100%».


Lo storytelling del vino. «Investire sul vino – spiegano i founder - significa raccontare un territorio, una storia. A noi piace relazionarci con le persone, non con le aziende. Che Vino! vuole essere un'occasione per i consumatori, per dare loro nuove chiavi di lettura e di avvicinamento al vino attraverso esperienze emozionali. Vogliamo farli sentire parte di un mondo che possono vivere come proprio».


La selezione vinicola unica, la sensibilità per il territorio, privilegiando anche aziende piccole con caratteristiche specifiche, l'attenzione alla sostenibilità nel packaging e all'economia circolare del bene sono i valori che «Che Vino!» vuole raccontare.


-----------------------------------------------------------

Presentazione «Che Box!» Mese Dicembre

La «Che Box!» preparata per dicembre, che diventa anche una proposta per i regali natalizi, è dedicata all'Azienda agricola biologica di Coriano di Rimini (Emilia Romagna). Questa è una storia di trasformazione: da un podere incolto nella provincia di Rimini, al la crescita di veri e propri vigneti, dalla vendita del vino sfuso al la produzione di vini eccellenti in bottiglia tutta la filiera è gestita dalla famiglia, sempre più orientata verso una vinificazione e una viticoltura naturale. La «Che Box!» a loro dedicata presenta 3 bottiglie: lo spumante Follia, la Pesca Bianca, il Batést. E sostiene la Onlus 'Care&Share Italia' che, da oltre 25 anni, opera in India a sostegno dell'infanzia vulnerabile attraverso la realizzazione di progetti di cooperazione in ambito educativo.


I vini presenti in «Che Box!», dettagli e caratteristiche


FOLLIA - Lo spumante Follia metodo classico non dosato della cantina valle delle lepri è un millesimato, prodotto nelle prime colline di Rimini a Coriano, con due vitigni a Bacca Bianca Pagadebit (bombino bianco) e Chardonnay che creano un blend dalle caratteristiche fresche. L 'affinamento sui lieviti di oltre 40 mesi, conferisce a questa etichetta profumi agrumati e fruttati, particolarmente fini e eleganti. Questa cuvée è ideale da aprire per un aperitivo o per accompagnare degli antipasti o piatti di mare dal gusto delicato.

Vigneti di Pinot noir, Chardonnay e Pagadebit sono coltivati a un'altitudine di circa 120/ 140 metri sul livello del mare, su terreni composti da argille e calcare. Al termine delle operazioni di vendemmia eseguita manualmente in piccole cassette, le uve delle due varietà sono pressate e vinificate separatamente. Dopo la fermentazione in acciaio, i vini base sono assemblati per creare la cuvée Follia. la Rifermentazione viene fatta ripartire aggiungendo al la cuvée in bottiglia del mosto di Rebola passito.

La cuvée Follia conferma la grande passione di Luca Cecchini, enologo dell'azienda, per lo champagne e per il metodo classico. Nel calice si presenta con una veste color giallo paglierino e un perlage fine e persistente, al naso i profumi di fiori bianchi, agrumi e frutta a polpa bianca come pera e pesca. Follia ha un sorso fragrante e con un finale caratterizzato da una vivace freschezza.


PESCA BIANCA - La Rebola Pesca Bianca di Valle delle Lepri è un bianco ricco di personalità, che si presenta con profumi di frutta matura, con una bella trama, una buona freschezza e buona sapida con un finale delicatamente ammandorlato, tipico del vitigno autoctono riminese. Un vino che trova a tavola la sua collocazione ideale, e afferma la grande vocazione bianchista delle colline riminese, generalmente conosciuta come zona di grandi rossi a base di sangiovese.

I vigneti sono allevati a Guyot, con densità d' impianto di circa 5.400 ceppi per ettaro, su suoli di argilla ricchi di calcare. Le uve sono vendemmiate rigorosamente a mano in tre fasi: una ad inizio maturazione, una a media maturazione e una a completa maturazione. In questo modo vengono esaltate le caratteristiche del vitigno. La fermentazione avviene in vasche d'acciaio inox con l'utilizzo di soli lieviti indigeni. Il vino affina sulle fecce fini per un periodo di circa 5 mesi e successivamente viene imbottigliato senza procedere a filtrazione o chiarifica.

La Rebola di Valle delle Lepri si esalta in abbinamento sia a piatti di pesce come il salmone o la frittura oppure con carni bianche come il maiale e il coniglio. Ha un colore giallo paglierino intenso con riflessi dorati. I profumi ricordano i fiori come la ginestra, la frutta gialla matura come la pesca e le erbe del la macchia medi terranea. Il sorso è lungo, persistente e sapido, con una buona freschezza e un finale leggermente amarognolo.

BATÉST - l batést di Valle delle lepri è un Sangiovese di Romagna in purezza, che viene prodotto solo nelle migliori annate e dalle uve provenienti da un unico vigneto allevato ad alberello di proprietà dell'azienda. Il vigneto è gestito secondo i principi dell'agricoltura biodinamica, con rigore e massima attenzione all 'ambiente, alla vigna e alla qualità delle uve. I terreni sono di matrice argillo-calcarea ad un'altitudine di 120- 140 metri sul livello del mare, con esposizioni est e sud-est. La vendemmia manuale si svolge solitamente nelle ultime settimane di settembre e le uve sono poi selezionate in cantina. La fermentazione si svolge in modo spontaneo in tini d'acciaio senza l'utilizzo di lieviti selezionati e senza controllo del la temperatura. i l vino affina sulle fecce fini per almeno 16 mesi in barrique e tonneau di rovere francese e si affina poi per alcuni mesi in bottiglia. Nel calice ha un bel colore rosso rubino intenso, al naso si apre su profumi di ciliegia, di piccoli frutti a bacca rossa, ginepro e note di sottobosco e sfumature speziate. Al palato è avvolgente, rotondo e con un sorso ricco con tannini vellutati e una chiusura piacevolmente fresca.

Costo abbonamento mensile «Che Box!», 69.00 euro

-----------------------------------------------------------



«Che Vino!»

«Che Vino!» è uno shop online di vini selezionati tra cantine uniche e speciali. Il progetto è nato nel 2020 da un'idea di Giuseppe Trisciuoglio, IT Manager, Responsabile IT e appassionato ed esperto di vini, Federica Piersimoni, «la pioniera del Travel Blogging in Italia» secondo Lonely Planet, consulente e formatrice sui temi del blogging, influencer marketing e social network per piccole e medie imprese, e Elio Maria Piersimoni con una lunga militanza nella GDO, Res.le BBS gruppo Conad, Dir. Vendite Corial gruppo Sigma, Consigliere Delegato Dea Market Spa e National Manager GDO Baldi.


https://www.chevino.club/

The Lunch Girls

The Lunch Girls, il blog. Segui i consigli delle ragazze e scegli dove andare a mangiare. The best restaurant on Italy.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram