Buonissimo, l'arcipelago del Gusto a Brescia



Buonissimo L’Arcipelago del gusto è entrato nel suo quarto anno di attività con un nuovo e ambizioso progetto. Un progetto che esce all’esterno del grande negozio dedicato alla tipicità italiana e contagia tutto il quartiere nel quale Buonissimo si inserisce. In questo ampio spazio Buonissimo organizza eventi culturali, mostre d’arte, ma anche pulizia, decoro urbano, sensibilizzazione all’integrazione e al senso civico.

Buonissimo nasce nel dicembre del 2010 nel cuore del centro storico di Brescia. Si definisce come l’Arcipelago del gusto perché nei suoi quattro piani e tremila metri quadrati di superfici, si incontrano numerose isole. Isole dedicate ai prodotti di qualità che produce la tradizione gastronomica italiana, oppure ai freschissimi (carne, ortofrutta, pane fresco, salumi e formaggi), alla spesa di tutti i giorni, alla degustazione o alla ristorazione. Fino ad arrivare alle isole riservate alla scuola di cucina, alla formazione per bambini e alla conferenze. Un gourmet store il cui concept ruota attorno alla conoscenza, alla vendita e all’assaggio dei prodotti migliori che la nostra Penisola può offrire.

Buonissimo ha sede in un edificio storico in Corso Mameli. Anticamente la via si chiamava addirittura “Corso delle Mercanzie” a sottolinearne la vocazione commerciale. La Camera di Commercio stessa, un tempo, trovava spazio in un elegante palazzo tra le decine di botteghe della via. Poi il lento declino. Le cause molteplici come, purtroppo, in molti centri storici. I consumi che mutano, il mancato ricambio generazionale, lo spopolamento dei centri, la nascita dei centri commerciali, nuove identità socio-economiche e, non ultima, la crisi.

A fine 2014 in Corso Mameli il degrado aveva raggiunto livelli non tollerabili. Atti vandalici, decine di negozi sfitti, graffiti su tutte le pareti della via, affissioni abusive si accompagnavano a un senso di sfiducia e a una percezione di abbandono e insicurezza. Per questo Buonissimo ha deciso di intervenire. Affiancando un Comitato di residenti ha individuato, coordinato e co-finanziato una serie di operazioni organiche e inserite in una precisa strategia di rigenerazione urbana.

Parole chiave del progetto sono state: decoro urbano, comunicazione, cultura e identità. Tutte e quattro considerate delle leve importantissime per la riqualificazione dell’area. Sia per favorire nel medio periodo la riapertura dei negozi sfitti, sia per aumentare il passaggio di cittadini e renderla più vivibile per i residenti.

Obiettivo preciso di questo intervento sociale di Buonissimo è di entrare a far parte dell’identità del quartiere, affermarsi sempre più non come luogo dove fare la spesa, pranzare, cenare o frequentare un corso, ma come un protagonista attivo della vita della città, che crea benessere, senso di comunità e bellezza.

I progetti

L’info point

Per i primi due mesi di avvio del progetto Buonissimo ha affittato uno spazio di circa 150 mq all’inizio della via all’interno del quale presentare il progetto, raccogliere richieste ed idee, ospitare incontri e confronti.

Decoro Urbano
La prima fase degli interventi ha interessato il decoro e la pulizia della via. Sul corso si affacciavano ben 18 vetrine di negozi sfitti sulle quali si erano stratificati anni di abbandono: scritte, manifesti, sporcizia. LE stesse sono state completamente ripulite. Il passo successivo è stato ridipingere tutto il piano terra della via. Un intervento di copertura di ben duemila metri quadrati con circa trenta tonalità differenti. Successivamente, in collaborazione con l’amministrazione comunale, è stato ripulito il manto stradale. Per combattere il problema della deiezione canine son stati installati dei dispenser di sacchetti in alcuni punti della via. Inoltre è stato organizzato un evento nel quale volontari di una associazione zoofila hanno distribuito materiale di sensibilizzazione ai proprietari dei cani.

La memoria storica
Buonissimo ha organizzato, in collaborazione con l’Associazione Arnaldo da Brescia, una serie di conferenze di alto profilo culturale dedicate alla storia della via, tre incontri con importanti professori bresciani, intitolati “Corsi e ricorsi: storia di una via”. A ciò si sono aggiunte delle visite guidate alle principali bellezze storico artistiche della via. Inoltre per il mese di aprile è in programma il ciclo “Corso Mameli: un libro aperto” che ospiterà autori bresciani che hanno scritte delle pagine dedicate al quartiere.

Art Regeneration
I negozi sfitti sono stati ripuliti e, con la collaborazione del Comune di Brescia, è stata allacciata la corrente elettrica. È iniziata quindi una fase di ricerca di artisti per trasferire all’interno degli stessi delle mostre d’arte temporanee. La risposta è stata entusiasta e sono nate esposizioni di grande qualità. Inoltre alcuni spazi sfitti sono stati affidati a importanti istituzioni. È il caso di Palma Choralis che in un negozio sfitto ha inserito il suo laboratorio di musica antica e restauro del libro o della Libera Accademia di Belle Arti di Brescia (LABA) che occupa quattro piani di una palazzina con mostre, performance e attività autogestite dagli studenti.

Eventi
Per affermare sempre più l’identità del quartiere e riportare i suoi abitanti ad amarlo, son stati organizzati numerosi eventi. In occasione di San Valentino “Amori in Corso” ha proposto delle degustazioni di vino Chiaretto Valtenesi nei negozi sfitti della via. Il primo giorno di primavera ha ospitato “Corso Primavera” con momenti musicali, artistici e di solidarietà. Le inaugurazioni delle vetrine di “Art Regeneretion” son state sempre accompagnate da grandi eventi.

Comunicazione
Tutte le azioni sono state affiancate da una attenta attività di comunicazione. Innazitutto tramite ufficio stampa, alle numerose conferenze stampa ha sempre preso parte anche il Sindaco di Brescia Emilio Del Bono). Poi tramite la stampa di volantini e materiale pubblicitario ma fondamentale è stata l’azione web. In particolare è stata creata la prima Social Street della Provincia di Brescia su Facebook. Uno spazio di scambio e confronto sul social network per gli abitanti, i commercianti e i frequentatori della via.

Per maggiori informazioni
Buonissimo
Corso Mameli, 23 Brescia
Tel. 030 2808245
Facebook https://www.facebook.com/storebuonissimo
Blog buonissimo.myblog.it
Sito www.buonissimo-store.it

SDC

1 commento:

  1. Ma questa è davvero un'ottima iniziativa!! Ce ne vorrebbero di team così! Finalmente qualcuno che si prende la briga di risanare il nostro spazio pubblico!
    www.milleunrossetto.blogspot.it

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram