SALONE DEL GUSTO: La Via del Gelato per la prima volta a Terra Madre

Scoprire la biodiversità attraverso una coppetta o un cono gelato

via Po 35 (c/o gelateria Alberto Marchetti) - Torino

Dal 22 al 26 settembre la Compagnia Gelatieri (associazione fondata da Alberto Marchetti, Andrea Soban e Paolo Brunelli) insieme alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità organizza nell'ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016, la Via del Gelato.

LA VIA DEL GELATO

I portici della centralissima via Po a Torino ospiteranno la Via del Gelato, il fulcro per il mondo della gelateria durante Terra Madre Salone del Gusto proprio di fronte alla gelateria di Alberto Marchetti che diventerà il laboratorio di produzione del gelato in vendita, realizzato in collaborazione con Iceteam 1927. (orario apertura stand del gelato 12:00 - 00:00)

Il tema studiato per l'occasione è far conoscere la biodiversità nascosta in una coppetta o cono di gelato.

La Compagnia Gelatieri crede in un gelato di qualità che dia valore e premi i produttori delle materie prime utilizzate, rispetti i loro diritti e quelli dei consumatori di poter acquistare un prodotto dalla ricettazione 'pulita' e trasparente, creato con ingredienti dalla filiera di produzione garantita, che solo un gelatiere professionalmente preparato può utilizzare al meglio.

Un gelato buono, pulito e giusto secondo i principi professati da sempre da Slow Food.

Il ricavato delle vendite del gelato, tolte le spese, verrà devoluto alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità per promuovere e finanziare i suoi progetti.

Con la Compagnia Gelatieri alla Via del Gelato ci saranno aziende che condividono questa visione e questo progetto, come Inalpi che ogni giorno fornirà il latte fresco proveniente da una diversa vallata alpina piemontese, Agrimontana e Domori con la filosofia di rispetto massimo della materia prima utilizzata per realizzare i loro prodotti, Italia Zuccheri unica azienda produttrice di zucchero da barbabietola dalla filiera di produzione garantita 100% italiana, e Naturalia Ingredients con i suoi zuccheri, destrosio e fruttosio, ricavati dalla lavorazione dell'uva.

All'interno della Via del Gelato ci saranno due percorsi, le 'Cultivar del Gelato' e 'I Gelati dei Presìdi Slow Food' che saranno messi in vendita in sei carretti del gelato ecologici forniti da Al.va di Casale Monferrato.

Nel primo, quello delle 'Cultivar del gelato' i visitatori potranno scegliere tra sei gusti diversi, ognuno proposto in due versioni.

Avremo così la nocciola del Piemonte IGP e la mortarella della Campania, il pistacchio di Bronte e quello di Stigliano, il limone di Amalfi IGP e quello di Siracusa IGP, la mela Renetta e la Gala, il cioccolato criollo Puertomar dal Venezuela e l'Arriba all'Ecuador, il caffè selvatico di Harenna dall'Etiopia e il Serrado Lavado da Cuba.

Un progetto affascinante che vuole far conoscere con un semplice assaggio le differenze organolettiche tra le varie materie prime, qui chiamate con il loro nome, e dare voce ai produttori in alcuni appuntamenti dedicati.

Il programma completo dei laboratori e degli incontri prenotabili fino al 21 settembre sul sito www.viadelgelato.com

Parte fondamentale della Via del Gelato sarà infatti l'area incontri 'Storie di Gelato' dove si alterneranno alcuni dei migliori maestri gelatieri d'Italia che racconteranno la loro esperienza professionale e i principi che stanno alla base del loro gelato, facendo assaggiare alcuni gusti realizzati per l'occasione.

25 grandi artigiani del gelato protagonisti di laboratori, show cooking e lezioni di gelato (anche in lingua inglese) che spazieranno dal gelato contemporaneo agli abbinamenti gastronomici, dall'utilizzo di ingredienti ricercati come l'antico orzo bellunese o la panela di Tailin peruviana al gelato contadino.

Nel secondo percorso si potranno assaggiare i gusti realizzati con alcuni dei 'Presidi Slow Food' (cioccolato classico Chontalpa, , farina bona, robiola di Roccaverano, stracciatella con cioccolato Chontalpa, zabaione al moscato passito di Strevi, Fragolina profumata di Tortona, pesca nel sacchetto di Leonforte, ramasin della Val Bronda) insieme a due gusti 'Speciali' creati per la Via del Gelato: il gelato di 'Terra Madre' ai sapori e profumi dei cinque continenti ideato dal Maestro Gelatiere Paolo Brunelli per la Compagnia Gelatieri, e il gusto dedicato al libro 'Avanguardia Gelato' al Marron Glacès di Agrimontana.

I gusti verrano serviti dagli studenti dell'Istituto Professionale di Servizi per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera 'G. Colombatto' di Torino, coadiuvati nell'organizzazione da alcuni volontari dell'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

Al centro della Via troveranno spazio i Gelatieri Zoldani, inseriti quest'anno nella delegazione italiana 2016 a Terra Madre (un grande riconoscimento all'importanza del gelato nel panorama gastronomico italiano) che mostreranno dal vivo come si produceva il gelato prima dell'avvento dell'energia elettrica, con alcuni mantecatori del'800 azionati a mano e raffreddati con una miscela di ghiaccio e sale. Offriranno, nei coni artigianali realizzati al momento, il tipico gusto alla 'Crema Zoldana', realizzato da sempre con latte e panna freschi, tante uova, e aromatizzato con scorze di limone e bacche di vaniglia.

Sostenitori della Via del Gelato sono le aziende:

- Inalpi

- Agrimontana & Domori

- Italia Zuccheri

- Naturalia Ingredients

Partner fornitori della Via del Gelato sono le aziende

- Iceteam 1927 con il marchio Cattabriga

- Alberto Marchetti

- Al.va, street food ecologico

- Scatolificio del Garda

Al progetto della Via del Gelato partecipano, fornendo le materie prime per gusti del percorso delle Cultivar del Gelato, le aziende:

- Corilu di Lu Monferrato (AL) e Noccioro di Avella (AV)[nocciola],

- Antonino Caudullo di Bronte (CT) e Azienda agricola Ricciuti Vincenzo Maria (Stigliano, MT) [pistacchio],

- azienda agricola Buonocore Costa D'amalfi (Tramonti SA) e OPAC Campisi (Siracusa) [limone],

- Cascina Bonetto (Val Pellice TO) [mela]

- Domori [cioccolato]

- Caffè Alberto [caffè]





The Lunch Girls

The Lunch Girls, il blog. Segui i consigli delle ragazze e scegli dove andare a mangiare. The best restaurant on Italy.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram