Solstizio d'Estate - VI Edizione



Eccoci finalmente ai blocchi di partenza! Oggi, 16 giugno, si entra finalmente nel vivo della manifestazione enogastronomica, in continua crescita, che era stata annunciata il 5 giugno scorso negli stessi spazi che ospiteranno l'evento: le Officine Farneto!
E già il lunch di benvenuto al termine della conferenza stampa era stato un eccellente biglietto da visita, per questo festival del gusto che precede di pochi giorni il Solstizio astronomico e che sembra puntare non soltando su cibi e bevande di qualità, ma anche su un rinnovato interesse per la formazione professionale, per il rapporto tra il cliente e la sala, per quel rapporto di osmosi che deve svilupparsi al momento della consumazione se si punta ad essere un buon ristoratore, consapevole di quanto l'essere accoglienti e avere camerieri capaci di relazionarsi alle diverse esigenze degli ospiti siano fattori importanti non solo per la risuscita di simili appuntamenti, ma per il futuro stesso del settore.

Pertanto il viaggio di “Solstizio d’Estate – Illuminati dal Gusto” iniziato a Villa Miani e proseguito al Salone delle Fontane, continua per questa VI edizione nella nuova, affascinante location cui accennavamo poco fa: le Officine Farneto di Roma, a due passi dallo Stadio Olimpico!
Insomma, un'edizione con tante novità e aspettative particolarmente alte: innanzitutto i giorni sono raddoppiati andando a coprire l’intero weekend, dalla mattina fino alle 23:00. Le date prescelte sono per l'appunto il 16 e il 17 giugno, ma il fitto programma fatto di chef che si alterneranno nell'accogliente spazio espositivo, incontri di pubblico e giornalisti con gli addetti ai lavori, degustazioni varie, è ben visibile sui social a partire dalla pagina ufficiale dell'evento (https://www.facebook.com/events/435720843520285/) e da altre correlate, ove consultare un calendario così stuzzicante. Giusto per sintetizzare, sono ben 150 gli espositori di eccellenze enogastronomiche provenienti da tutta Italia che hanno già cominciato a presentare i propri prodotti ai visitatori.

In programma poi gli apprezzatissimi show cooking durante i quali diversi chef, stellati e non, si alterneranno durante il weekend per realizzare piatti deliziosi e straordinari con i prodotti degli espositori. Accanto a grandi Chef e ristoratori come Iside De Cesare, Giancarlo Polito ed Enzo Politelli, solo per citarne alcuni, vi è da segnalare l’importante partecipazione su cui gli organizztori si sono soffermati parecchio, in conferenza stampa, ossia quella delle giovani brigate dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Roma, tutti coordinati dallo Chef Danilo Compagnucci. Un momento formativo di notevole valore, per questi ragazzi, reso possibile anche dalle recenti disposizioni relative all'alternanza scuola lavoro. 

«Ci saranno due altre grandi novità durante questa edizione di Solstizio d’Estate – ha spiegato Alessio Ranaldi, Amministratore di Taste Factory, la società organizzatrice dell’Evento – vi saranno una Sala conferenze, attiva durante tutta la manifestazione, con convegni sul business, con il patrocinio di con il patrocinio di con il patrocinio di con il patrocinio di la formazione e l’intrattenimento culturale legati all’enogastronomia; ed una Buyer lounge, ovvero una sala riservata agli espositori dove potersi incontrare in maniera riservata con buyer esteri provenienti da Shangai e dal Sud America per permettere alle imprese di intavolare già all’evento delle possibili trattative commerciali finalizzate all’esportazione in queste nazioni».

Da segnalare che i partecipanti all’evento potranno anche gustare cocktail nell’area di bar tender, oppure fermarsi a mangiare presso l’area lunch allestita dallo sponsor “Seri il Forno”.


Tra i protagonisti della manifestazione anche “Intrecci – Alta Formazione di Sala”: la Scuola fondata voluta e fondata dalle sorelle Cotarella, che «è una scuola unica nel suo genere nel panorama della formazione italiana – come sottolinea Dominga Cotarella, Direttrice Marketing & Sales dell’azienda di famiglia e fondatrice di Intrecci, che ha poi aggiunto – di eventi enogastronomici se ne fanno tanti, ciò che ci ha spinto a sposare il progetto di Solstizio d’Estate è l’aspetto umano: si da tanta importanza ai giovani. È per questo che durante le due giornate della manifestazione, oltre che come azienda, ci saremo anche con il progetto della scuola “Intrecci”, perché in Italia non esiste una scuola dedicata esclusivamente alla sala. Si parla troppo di cucina e poco di sala, ci vuole invece l’attenzione di un bravo maitre per capire che cliente hai davanti e come rispondere correttamente alle sue esigenze. Ecco perché da noi ogni settimana vengono grandi Chef che aiutano i ragazzi a capire come raccontare un piatto in sala e per scoprirne gli aspetti più nascosti. Intrecci nasce da cultura, curiosità e coraggio: tre valori che i ragazzi sperimentano quotidianamente nel campus della Scuola per sei mesi e poi durante i sei mesi di stage che offriamo loro in grandi ristoranti stellati in Italia e all’Estero per aprire loro le porte della  professione. Studiano il vino, il cibo, gli ambienti, le tecniche di servizio e le lingue straniere con due tutor di inglese e francese madrelingua. Il nostro obiettivo è ridare lustro a queste nobilissime figure che lavorano in sala, dal semplice cameriere al Sommelier, e questo evento è un’opportunità importante per far conoscere questa nostra scuola ai giovani volenterosi e di talento oltre che al grande pubblico».

Stefano Coccia

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram