Al via oggi a Venezia il primo corso dell'Alta Scuola Veronelli


AL VIA OGGI A VENEZIA "CAMMINARE LE VIGNE",
PRIMO CORSO DI PERFEZIONAMENTO DELL'ALTA SCUOLA VERONELLI
Siglata una partnership tra l'Alta Scuola Veronelli e San Giorgio Cafè, il ristorante che D'Uva ha realizzato per la Fondazione Giorgio Cini sull'Isola di San Giorgio Maggiore, a cura dello Chef Filippo La Mantia

Terminati i colloqui di selezione, ha inizio oggi, sabato 25 maggio, Camminare le vigne: luoghi, persone e cultura del vino italiano, primo corso di perfezionamento dell'Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli. Luogo di studio e di formazione dedicato alla civiltà della terra e della tavola, l'Alta Scuola Veronelli, è nata nel 2018 dalla collaborazione tra Seminario Veronelli e Fondazione Giorgio Cini per proporre, grazie al sostegno di Banca Generali Private, main sponsor, servizi formativi e approfondimenti culturali dedicati a professionisti e operatori del settore agroalimentare. Oggi si apre, infatti, il percorso di perfezionamento che, per 180 ore distribuite in un semestre, consentirà ai corsisti ammessi di approfondire i vini e i cibi d'Italia quali elementi di un patrimonio culturale che comprende i beni storici, artistici e paesaggistici.

In collaborazione con il Consorzio Franciacorta e il Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, Camminare le vigne: luoghi, persone e cultura del vino italiano porta a Venezia, sull'Isola di San Giorgio Maggiore sede dell'Alta Scuola Veronelli, una faculty composta da 35 autorevoli docenti tra agronomi, enologi, critici, vignaioli ma anche filosofi, storici dell'arte e sociologi.

In apertura di questo innovativo percorso di perfezionamento l'Alta Scuola Veronelli annuncia l'attivazione di una preziosa partnership tecnica con San Giorgio Cafè, ristorante gourmet, recentemente inaugurato, realizzato da D'Uva all'interno degli spazi di Fondazione Giorgio Cini e firmato da Filippo La Mantia, oste e cuoco siciliano. L'esperienza formativa di Camminare le vigne diviene, così, ancora più piacevole e coinvolgente: infatti - accanto alle lezioni frontali, alle degustazioni e alle visite ai territori - la frequentazione quotidiana di questo locale d'eccellenza contribuirà ad accrescere le competenze degli allievi con piatti e vini selezionati in relazione al programma didattico, opportunamente presentati dai docenti.

Sabato 25 e domenica 26 maggio il primo modulo del corso di perfezionamento si è aperto con il saluto di Alessio Fornasetti, Rappresentante del Consiglio Direttivo del Seminario Veronelli e l'ampia presentazione degli obiettivi, degli strumenti e delle attività programmate a cura di Andrea Bonini, Coordinatore dell'Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli, Alberto Capatti, Presidente del Comitato Scientifico, Renata Codello, Direttore degli Affari istituzionali di Fondazione Giorgio Cini e Andrea Alpi, Responsabile didattico dell'Alta Scuola Veronelli.

Sarà, poi, Gian Arturo Rota ad inaugurare l'attività didattica vera e propria con un omaggio alla figura di Luigi Veronelli ricordandone il fondamentale contributo a favore delle produzioni agricole e alimentari d'eccellenza. Il programma delle lezioni proseguirà, poi, toccando l'area tematica Sensorialità e valutazione con la lezione "Educazione alla sensorialità consapevole" condotta da Andrea Alpi, cui seguirà l'intervento "Paesaggi e suoli viticoli" di Giacomo Sartori per l'area tematica Comprendere il territorio. La giornata si concluderà, infine, con la cena presso San Giorgio Café e la presentazione di Venezia come prima delle dieci "capitali della cucina italiana" selezionate e proposte da Alberto Capatti.
Domani mattina, domenica 26 maggio, protagonista sarà il Tirolo Meridionale presentato da uno dei suoi più autorevoli conoscitori: Peter Dipoli, prima voce dell'ampia sezione del corso dedicata a Vigne e vini d'Italia.
Nell'ambito delle 180 ore, ai momenti di lezione frontale si alterneranno esercitazioni sensoriali, viaggi studio per conoscere territori di elevato interesse gastronomico e culturale e momenti di attività individuale a integrazione di quanto appreso in aula. Al termine del percorso formativo saranno svolti test e colloqui di valutazione finalizzati alla verifica delle competenze acquisite e al conseguimento del diploma di Cultore del Vino Italiano.




PER INFORMAZIONI
Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli
Segreteria c/o Seminario Permanente Luigi Veronelli
Viale delle Mura, 1 - 24129 Bergamo
Tel. 035 249961 - Fax 035 239393



SEMINARIO PERMENENTE LUIGI VERONELLI
Per produrre vini e cibi di qualità, per comprenderli e goderne appieno, la formazione, il confronto e la comunicazione sono indispensabili: per questo, nel 1986, nacque il Seminario Permanente Luigi Veronelli, associazione per la cultura del vino e degli alimenti che riunisce vignaioli, agricoltori, artigiani del gusto, ristoratori, distillatori, cultori della gastronomia. Fondata e ispirata da Luigi Veronelli, che ne è stato per vent'anni Presidente Onorario, l'Associazione è un laboratorio in costante attività, capace di sviluppare un pensiero sensibile e originale, una visione critica su questioni d'ordine tecnico-produttivo, sulla degustazione e l'analisi sensoriale, sulla cultura materiale.
Il Seminario Veronelli realizza incontri di degustazione e cultura gastronomica; servizi formativi per professionisti e appassionati; si occupa di editoria e comunicazione, redigendo e pubblicando annualmente come editore indipendente la Guida Oro I Vini di Veronelli, prima guida ai vini d'Italia; promuove progetti con finalità sociale in ambito agricolo e alimentare e affianca privati, aziende e istituzioni che desiderino sviluppare iniziative coerenti con la sensibilità veronelliana.
ALTA SCUOLA ITALIANA DI GASTRONOMIA LUIGI VERONELLI
Il Seminario Permanente Luigi Veronelli e la Fondazione Giorgio Cini, polo culturale internazionale che ha sede sull'Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, luogo di elevato valore storico e artistico, hanno dato vita all'Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli, con il sostegno di Banca Generali Private.
L'Alta Scuola Veronelli, ideata dalla Dott.ssa Angela Greco e da Andrea Bonini, Direttore del Seminario Veronelli, si ispira alle rivoluzionarie idee veronelliane e sarà luogo di pensiero e formazione dedicato al sapere della terra e della tavola.
CAMMINARE LE VIGNE: LUOGHI, PERSONE E CULTURA DEL VINO ITALIANO
Corso di alta formazione per professionisti e futuri operatori
OBIETTIVI: Acquisire i fondamenti della cultura gastronomica; perfezionare la tecnica di degustazione con alcuni tra i migliori assaggiatori italiani; approfondire i temi tecnico-scientifici cruciali per la filiera vitivinicola; acquisire consapevolezza delle produzioni enologiche e delle eccellenze alimentari d'Italia, individuandone i punti di forza; sviluppare le competenze necessarie a comunicare le produzioni agroalimentari italiane come elementi del patrimonio culturale, storico, artistico e paesaggistico.
STRUTTURA DEL CORSO: Il percorso formativo è strutturato nell'arco di un semestre, da maggio a ottobre 2019, e prevede un totale di 180 ore, di cui 30 dedicate alla visita dei distretti produttivi e 150 di lezione frontale. È progettato per essere compatibile tanto con un'attività professionale quanto con un percorso di studi universitari e si compone di Moduli Ordinari (quattro appuntamenti della durata di un fine settimana ciascuno presso la Fondazione Giorgio Cini a Venezia), Modulo Intensivo Residenziale (una settimana di formazione presso la Fondazione Giorgio Cini a Venezia), Momenti Esperienziali (tre viaggi studio, della durata di un fine settimana ciascuno), Formazione a Distanza (momenti di attività individuale a integrazione di quanto appreso in aula che si avvarranno di una piattaforma informatica di e-learning) e Attività di Valutazione. Al termine del percorso formativo saranno svolti test e colloqui di valutazione finalizzati alla verifica delle competenze acquisite e al conseguimento del diploma di Cultore del Vino Italiano (obbligatoria la frequenza di almeno l'80% del monte ore complessivo).
DESTINATARI: Il corso è dedicato ai titolari e al personale di aziende vitivinicole, in primo luogo a coloro che si occupano di marketing, di comunicazione e del settore commerciale; agli operatori del commercio vitivinicolo e alimentare di qualità; ai patron e al personale di ristoranti, enoteche e wine bar; ai professionisti della comunicazione e del turismo. Il corso è destinato, inoltre, ai futuri operatori: gli studenti iscritti ai corsi di laurea in viticoltura ed enologia, scienze agrarie e alimentari, scienze e tecnologie della ristorazione, scienze del turismo e dei beni culturali.
REQUISITI: Per accedere a "Camminare le vigne: luoghi, persone e cultura del vino italiano" è necessario aver frequentato con successo un corso di degustazione vino di primo livello promosso da una delle principali agenzie formative (AIS, ONAV, FISAR, ASPI, Slow Food, Seminario Veronelli...). Gli aspiranti corsisti che non fossero in possesso di tale requisito possono frequentare, in forma propedeutica, il corso "Il vino come racconto" organizzato dal Seminario Permanente Luigi Veronelli (per informazioni www.seminarioveronelli.com), mentre ne sono esentati gli studenti iscritti a un corso di laurea in viticoltura ed enologia.
ISCRIZIONI: I candidati dovranno inviare richiesta di ammissione compilando l'apposito formulario sul sito web dell'Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli. È previsto un colloquio di ammissione - effettuabile in conference call - a cura del responsabile didattico.




The Lunch Girls

The Lunch Girls, il blog. Segui i consigli delle ragazze e scegli dove andare a mangiare. The best restaurant on Italy.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram