Purè con le patate viola: dove ho sbagliato?


Prima o poi doveva capitare il pasticcio... come si suol dire, ne ho fatte di tutti i colori nella vita, solo che questa volta l'ho fatta di colore viola.

Contenta per le patatelle viole, ho malauguratamente pensato di farne un purè alquanto spettacolare.

Un colore viola che sicuramente sarebbe piaciuto alle Lunch Girls, ma che non avevo mai fatto, così mi sono messa a sperimentare.

Ho preso una delle tante ricette in rete per il purè fatto in casa, così ho seguito la procedura fin nei minimi dettagli, tanto per andar sul sicuro.

Ma forse, di base, l'errore è stato proprio quello di voler fare il purè con questo tipo di patata!

Dalla mia esperienza, la patata viola non è adatta al purè. Quando ho iniziato a tagliuzzare un pò il tutto con il braccio ad immersione, ho visto che i pezzettini di patate -lessati con la buccia ed infine sbucciati a fine cottura- si trasformavano in una sorta di cosa appiccicosa.

MMM

Lì per lì ho preseguito, aggiungendo la zucchina lessa a pezzettini ed il latte, ma il risultato non è variato. Quella poltiglia viola si appiccicava al braccio ad immersione, nonchè alle mie dita. Sembrava veramente una colla!

Mia madre mi ha chiesto se dovevamo usarla al posto della calce. Io ho pensato che magari poteva essere un ottimo ritrovato contro la cellulite.

Ad ogni modo ho assaggiato il risultato. Una poltiglia che non aveva un pessimo sapore però, quell'appiccicume mi ha fatto desistere dal mangiarla.

Così, l'esperimento per questa volta è fallito!

Secondo voi, potrebbe essere una crema da usare per il corpo? O è meglio tirarci su un muro di mattoni?

Ma soprattutto, dove ho sbagliato?

SDC

10 commenti:

  1. Ciao, io sapevo solo che le patate viola hanno una cottura particolare, ma ignoravo i dettagli...
    Comunque il tuo post mi ha incuriosito, e così mi son messa a cercare.
    Da quello che ho capito, si possono cucinare generalmente come la patata normale, ma tendono ad essere appiccicose. Inoltre mi sembra che nel purè di patate viola si metta leggermente meno latte (appunto per questo motivo).
    Quindi, probabilmente dovevi andare ad occhio con latte e burro per non esagerare e avere questa consistenza "collosa". Inoltre può essere, a mio parere, che l'acquosità delle zucchine abbia peggiorato il tutto.
    Ho letto che si possono mischiare alle patate normali per mantenere il colore ma guadagnarne in consistenza.
    La cottura a vapore è sconsigliata perchè le rende farinose (non nel tuo caso).
    Spero di esserti stata d'aiuto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania,
      grazie per i suggerimenti :)
      E' una patata particolare che non avevo mai usato per il purè... molto meglio fritta, come avevo provato.. :)

      Elimina
  2. Ciao, ma per viola intendi le patate dalla buccia rossastra o proprio la pasta viola?
    Comunque hai centrato con la curiosità brava, ora mi documento anche io , un bacio
    Maria Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      no sono proprio patate viola :)
      Sia buccia che pasta. Non sono molto conosciute in Italia, ma sono particolari sia per il colore che per il sapore...

      Grazie per esser passata :)

      Elimina
  3. L'idea era comunque carina! E poi, sperimentando, è normale sbagliare ogni tanto.

    www.thebeautifulessence.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, volevo far qualcosa di particolare... ma ho pasticciato :D

      Grazie per la clemenza :D

      Elimina
  4. Pensa te la mia ignoranza , manco sapevo che esistessero le patate viola !!

    kiss from pausacioccolata fashion&cosmetics blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa,
      neanche io... prima di vederle :D

      Elimina
  5. Ma dai che ti è venuto bene!!!!!!!!! ciao caissima........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela,
      troppo buona :)

      No, purtroppo nn è venuto bene.. :)

      Elimina

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram