FUMETTI IN TAVOLA Graphic novel di Alberto Rebori per l’Artusi e il gorgonzola

FUMETTI IN TAVOLA

Graphic novel di Alberto Rebori per l’Artusi e il gorgonzola

 30 aprile – 30 settembre 2014

Eataly – Piazzale XII Ottobre 1492 – Roma

Apertura al pubblico: mercoledì 30 aprile | ore 10.00 - 24.00

a cura di Andrea Tomasetig







Negli spazi romani di Eataly, in occasione delle mostre inerenti all’iconografia del cibo italiano, allestite secondo un progetto coerente, si sono alternate molte tipologie di materiali in questi anni: dalla satira politica alle copertine delle riviste illustrate e alle cartoline. Tocca ora al fumetto, riconosciuto da tempo come arte a pieno titolo. A rappresentarlo è un eccellente illustratore e disegnatore di fumetti, Alberto Rebori, che più volte si è cimentato con l’argomento cibo. Sono suoi i due esempi più alti di graphic novel italiana di soggetto gastronomico. Autori dei testi, due altrettanto celebri nomi italiani: il grande gastronomo Pellegrino Artusi e lo scrittore Sebastiano Vassalli.


Il percorso della mostra si può suddividere in due parti. La prima parte è dedicata all’edizione illustrata da Rebori del famoso ricettario di Pellegrino Artusi (La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene, apparso nel 1891 e ristampato poi innumerevoli volte), pubblicata nel 2001 dall’editore Corraini. Il libro si compone di

centinaia di illustrazioni, tutte di qualità, ma la vera invenzione restano le 35 tavole a fumetti, relative a 20 ricette: una storia nella storia. Rebori ha trasferito il suo mondo – popolato di personaggi, animali e cose abituati a ribaltare con poeticità i luoghi comuni e le convenzioni – in quello di Artusi. Ha creato una sorta di stimolante corto circuito tra il testo delle ricette prescelte (trascritte frase dopo frase in testa alle molte vignette che compongono le tavole) e i disegni a fumetti. È così che i prodotti della natura e gli animali si animano, spesso ribellandosi al destino di finire in padella e nei piatti in tavola. I protagonisti sono due "storici” personaggi cari all’artista, gli zii Rosa e Vittorio, trasfigurati all’insegna della fedeltà al testo e della libertà grafica.
I fumetti originali, così come le illustrazioni, sono stati creati al computer e stampati a sé stanti per la prima e unica volta nel 2011, in soli tre esemplari numerati e firmati, uno dei quali è qui esposto.


La seconda parte della mostra riprende un breve testo dello scrittore Sebastiano Vassalli dedicato al gorgonzola, La leggenda del gorgonzola, formaggio divino e diabolico. Il testo della leggenda (pubblicata nel 2000 come prefazione a un volume celebrativo del Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola DOP e ambientata ai tempi dell’imperatore Teodosio e di Sant’Ambrogio) è pura invenzione dello scrittore, ma di grande efficacia letteraria. Ancora una volta il testo di Vassalli, che racconta l’origine di quel formaggio, diventa la fedele traccia su cui Alberto Rebori ricrea la storia attraverso immagini e fumetti. Si tratta di 14 tavole originali e inedite appositamente disegnate a mano, a china e in bianco e nero, all’inizio del 2014 e qui

esposte in anteprima con un progetto di copertina, insieme alla tiratura a stampa a colori (ottenuti al computer) in soli tre esemplari numerati e firmati. Entrambi i lavori spiccano per originalità nel panorama italiano e sono destinati a restare nel tempo.

La mostra – curata dal libraio antiquario milanese Andrea Tomasetig, con un testo di presentazione di Alberto Capatti – è realizzata da Eataly, in collaborazione con il Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola DOP, terzo formaggio italiano per importanza (anche oggetto nel 2011 di un francobollo emesso dalle Poste Italiane nella serie “Made in Italy”), e inaugura la quinta edizione di Cibo di carta, che si svolge

sull’asse Milano-Roma nella prospettiva della vicina Expo 2015.

Alberto Rebori è nato a Chiavari nel 1961. Dopo gli studi classici, ha frequentato l’ISIA di Urbino e si è laureato in arte grafica nel 1984.

Come illustratore e umorista, nel 1997 ha ricevuto il premio Città Forte dei Marmi e nel 2000 il premio Andersen per il libro per bambini Piccolo Re (Mondadori). Sempre per Mondadori Ragazzi ha illustrato i romanzi di Philip Ridley, Jerry Spinelli e Anthony Horowitz.

Per la Biblioteca Sormani di Milano ha ideato e realizzato il graphic novel Stendal a Milano e per l’Accademia di Santa Cecilia di Roma il libro Il tamburino di Garibaldi.

Ha collaborato con numerosi giornali, tra cui Linus, Vanity Fair Italia, Esquire - Edizione italiana, Elle Italia e il Corriere della Sera.

Ha lavorato con Mondadori, Rizzoli (RCS), Corraini, Guanda, Pulcinoelefante e Nuages che ha pubblicato il suo ultimo libro, Home sweet home.

Realizza per Guanda tutte le copertine dei libri di P.G. Wodehouse.
Per Corraini ha illustrato Cuore di Edmondo De Amicis e L’Artusi.

Per l’Editoriale Scienza di Trieste ha disegnato i libri di divulgazione scientifica, La fisica del miao e La fisica del bau.

Per l’editore Pulcinoelefante ha illustrato le poesie di Alda Merini, Sebastiano Vassalli, Fernanda Pivano e Giorgio Manganelli.

Ha realizzato i disegni dei personaggi e le scenografie del film Che animale sei? Prodotto da RAI Fiction.

La sua creatività artistica nell’illustrazione per giornali e libri lo ha portato a dipingere con uno stile personale e surreale, sempre riconoscibile.

Sebastiano Vassalli è nato a Genova nel 1941, ma vive da sempre in provincia di Novara. Si è laureato in lettere all’Università di Milano. Dal 1965 al 1979 si è dedicato all’insegnamento, in parallelo a un’intensa attività artistico letteraria. Dopo le prime prove sperimentali ha pubblicato molti libri presso Einaudi, tra i quali ricordiamo La notte della cometa (1984), La chimera (1990) – vincitore del premio Strega e finalista al premio Campiello – Un infinito numero (1999). Il suo ultimo libro, Terre selvagge (2014), è pubblicato da Rizzoli. Ha scritto per la Repubblica, la Stampa e il Corriere della Sera. È considerato uno dei più importanti narratori degli ultimi decenni.

Pellegrino Artusi nasce a Forlimpopoli, vicino a Forlì, il 4 agosto del 1820 e muore a Firenze il 30 marzo 1911. È conosciuto in tutto il mondo per il suo libro di ricette La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene.


Informazioni mostra

Data apertura mostra: dal 30 aprile al 30 settembre 2014

Orari: 10.00 – 24.00

Informazioni al pubblico

Eataly (Roma) | Tel. 06 90279209 | www.eataly.it

Didascalie immagini
Progetto di copertina di Alberto Rebori per il ricettario di Pellegrino Artusi nell’edizione illustrata dall’Artista per l’editore Corraini (2001)

Tavole a fumetti di Alberto Rebori per l’edizione illustrata del ricettario di Pellegrino Artusi
pubblicata da Corraini nel 2001

Progetto inedito di copertina di Alberto Rebori per la trasposizione a fumetti della Leggenda del gorgonzola, formaggio divino e diabolico di Sebastiano Vassalli (2000)

Tavole inedite di Alberto Rebori per la trasposizione a fumetti della Leggenda del gorgonzola, formaggio divino e diabolico di Sebastiano Vassalli (2000)

SDC

1 commento:

  1. che belli!
    Nuovo post sul mio Blog ti aspetto ;)
    www.mrsnoone.it
    kiss

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram