Roma incontra il mondo alla Fiera di Roma

C'è ancora tempo, in questo weekend, per visitare il grande festival culturale, gastronomico e musicale di Roma Incontra il Mondo, presso la Fiera di Roma.

Roma Incontra il Mondo è il festival multiculturale ove il folkore e la cultura la fanno da padroni, assieme al cibo e ai tantissimi eventi in programma.

Un evento internazionale per incontrare letteralemente il mondo e conoscere più da vicino la cultura di paesi lontani dal nostro, magari quelli che un giorno vorremmo visitare.


Non solo Oriente, come è nato tantissimi anni fa questo festival, ma cultura da ogni angolo del mondo. Dalla cultura americana a quella asiatica, dalla musica e danza irlandese a quella bavarese, il tutto accompagnato anche dalla cucina tradizionale degli stand presenti all'interno degli spazi espositivi.

Un mix che racchiude al suo interno una voglia innata di aprirsi alla cultura e alle tradizioni di paesi diversi, un percorso espositivo, ludico e coinvolgente contaminato da musica, danze e installazioni che ne caratterizzano ogni paese presente.

Il primo padiglione che si incontra all'ingresso nord della Fiera, è il 10: al suo interno vi sono aule per incontri e dibattiti, ma anche aree per massaggi ed esperienze sensoriali. Vi è anche allestita la mostra dedicata al Mahatma Gandhi, che illustra la sua vita e la sua lotta politica non violenta. Un rivoluzionario dei suoi tempi che insegna ancor oggi alle nuove generazioni.

A seguire, vi è il padiglione dedicato al mondo americano, un grande luna park con attrazioni, musica, auto e moto della tradizione americana. Rirpodotto anche un villaggio dei Nativi Americani, con tanto di bufali al pascolo. Non manca neache il food, tipicamente americano.

Non vi è USA senza il country: altro padiglione, altro giro di danze. Qui c'è un grande spazio per il ballo e la musica, ma anche installazioni e riproduzioni di villaggi a tema.

A seguire, ci si addentra nello spirito più folkroristico del festival, con il padiglione Irlandese, ove vi sono riprodotti i massi di Stonehenge, con banchetti di artigianato tipico, chioschi di cucina irlandese e un palco dove musicisti e ballerini ne riproducono note e danze.

Due grandi padiglioni sono invece dedicati all'Oriente, con musica e tradizioni ove la fanno da padroni la Cina, il Giappone e l'India. Anche qui vi sono riprodotti paesaggi orientali, templi e divinità, ma è anche la musica e la cucina conquistano i visitatori, con il ristorante tibetano e coreano in particolare. Cucine non del tutto diffuse nel nostro paese, ma che prendono sempre più piede. Naturalmente c'è spazio anche per il sushi e il ristorante indiano.

Tra un padiglione e l'altro il festival continua, con spazi riservati alla tradizione bavarese, con annessa musica e cibo; non manca neanche l'oasi delle Mille e una notte, con la riproduzione di una tipica caffetteria medio orientale; spazio anche alla danza e cucina greca, spagnola e afro brasiliana, passando per il festival del tango argentino.

25 eventi in oltre 120.000 mq di struttura e divertimento assicurato, per grandi e bambini. Tantissime sono le attrattive anche per i più piccini. Un festival orientato a tutta la famiglia, per una offerta di divertimento per tutti.

Non perdete dunque l'occasione di visitare questo evento. Il costo del biglietto è di 13 euro, ma ci sono agevolazioni e riduzioni (per maggiori informazioni, vedere il sito).

Sabato 4 e Domenica 5 Maggio, c'è tutto un mondo da scoprire.

SDC

Nessun commento:

Posta un commento

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram