Carbolight, la pasta leggera



La pasta è senz'altro l'alimento che più è amato in Italia. Versatile, facile da cucinare, si presta a tantissime ricette, anche dell'ultimo minuto col frigo vuoto: non te li fai due spaghetti aglio e olio quando hai dimenticato di fare la spesa?

Di pasta ne consumiamo tantissima, ma come tutti gli alimenti, se mangiati in eccesso possono provocare "danni", ad iniziare dal peso.

Per evitare dunque di ingrassare troppo, con tutte le conseguenze del caso, dobbiamo rinunciare alla pasta? Certo che no.

In nostro soccorso arriva l'azienda LightFlow, che ha creato una pasta leggera ma gustosa, con solo il 4,9% di carboidrati, ricca di fibre e proteine.

Nasce così la linea Carbolight, composta da mezze maniche, sedanini, ricciole e trofie, trafilata al bronzo. Alla leggerezza dunque, si accompagna anche il gusto. Difatti la linea Carbolight ha pochissimi zuccheri, ossia il 2,3 % contro i consueti 74,67% della pasta tradizionale, ricca di proteine con i suoi 27,4% contro i classici 13,04 della pasta tradizionale.

Altra caratteristica di questa pasta sono l'inulina, le proteine vegetali e l'amido resistente di frumento: quest'ultimo aiuta a rigenerare e riequilibrare la flora batterica intestinale, aiutando a mantenere stabili i livelli di glicemia.

L'inulina è una fibra solubile derivata dalla cicoria che, grazie alla sua struttura molecolare, resiste alla digestione del tratto gastrointestinale dell'uomo, arrivando dunque all'intestino senza essere digerita, così che l'inulina venga utilizzata dai batteri della flora intestinale che la fermentano per ricavarne nutrimento.

Uno studio scientifico, condotto su 36 soggetti obesi per testare gli effetti di un'alimentazione 100% Carbolight durante un periodo di 6 settimane, commissionato da LighFlow, ha dimostrato che pur mantenendo inalterati i valori di transminasi, della funzionalità tiroidea e renale, la riduzione di peso è stata accompagnata da una riduzione dell'insulina basale e del colesterolo, migliorando la massa cellulare. Lo studio è stato effettuato dal Politecnico di Milano, l'Università Federico II di Napoli, l'Università della Calabria e l'Università della Magna Grecia di Catanzaro. Le analisi sono state effettuate invece presso i laboratori Artemisia di Roma e Imbio di Milano.

L'azienda LightFlow nasce da un'idea di Fabrizio Mellone nel 2013 e ha sede a L'Aquila, dove l'azienda produce la linea Carbolight, Nutrilight (integratori, caffè, tisane) e Fiberlight (capi di abbigliamento, protettori e accessori), il tutto realizzato grazie a studi scientifici all'avanguardia e Made in Italy.


 


Abbiamo avuto l'occasione di provare le trofie, davvero gustose e tengono molto bene la cottura. Le abbiamo gustate con un classico sugo alle olive e cipolla.


Ma il nostro pezzo forte sono le lasagna: pasta ruvida, assorbe il sugo e la crema, per un effetto gnam assicurato.



Vi lasciamo qui la ricetta:

  • 1 confezione di lasagne CarboLight
  • 1 confezione di besciamella
  • 1 mozzarella
  • 2 zucchine tagliate a striscioline
  • 1 confezione di parmigiano

Cuocete le zucchine, con un pizzico di sale e olio. Scottatele, ma non terminate la cottura, così che possano finire di cuocere in forno. Se volete, aggiungete dello scalogno o della cipolla.

Tagliuzzate la mozzarella a dadini e passate a comporre la vostra lasagna. In un tegame, mettete della carta forno, poi adagiatevi il primo strato di lasagne (senza scottarle prima in acqua bollente, vanno bene così), infine mettete le zucchine, i dadini di mozzarella e spolverate di parmigiano. Ripetete l'operazione finchè non arrivate all'orlo del tegame.

Infornate per 25 minuti a 180 gradi, con forno già pre scaldato.

Questo è il risultato: buon appetito!

The Lunch Girls

The Lunch Girls, il blog. Segui i consigli delle ragazze e scegli dove andare a mangiare. The best restaurant on Italy.

1 commento:

  1. Io la conosco benissimo ed é superlativa e fa bene alla salute. Confermo tutto!

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il nostro pranzo?

Instagram